UFC Gane vs Rozenstruik, i voti: 4 a Jairzinho, 5,5 a Gane. Brillano Ankalaev e Caceres

UFC – Quello che poteva essere e non è stato. potremmo sintetizzare così la nottata UFC appena trascorsa. Ci si aspettavano tante, tantissime finalizzazioni nella main card e anche nei preliminary, con il risultato che invece ne ha arrivata giusto una ad inizio serata (tra l’altro a metà del terzo round). Comunque sia, questo è stato: settimana prossima con UFC 259 ci divertiremo sicuramente di più. Intanto, beccatevi i voti.

Beh, ci si aspettava una vittoria convincente – magari prima del limite – da parte del funambolico Caceres e così è stato. “Bruce Leroy” conquista addirittura due 30-26, segno del suo dominio nelle fasi a terra e figlio del maggior controllo su Croom. Difficile dare meno di 7 a Caceres, a cui manca giusto la finalizzazione. 5 a Croom, che si rifarà.

Pedro Munhoz vs Jimmie Rivera

Si pensava che la recente rinascita di Rivera potesse portarlo in alto come capitato ormai qualche anno fa. Lo pensavamo anche noi, in realtà: peccato che Pedro Munhoz non fosse d’accordo. Low kick ai polpacci (calf kick qui è un termine bandito) come se piovesse, mobilità minata e lavoro di logoramento che gli vale un bel 6,5. 6 a Rivera che, comunque, ci mette tanto cuore.

Mayra Bueno Silva vs Montana De La Rosa

Boh, chi riesce ad inquadrare questo match è bravo. Pareggio maggioritario, buon lavoro coi takedown di Montana De La Rosa ma maggiore incisività e costanza da parte dell’avversaria brasiliana. Non siamo né arbitri né giudici, però l’insipidità di questo match è davvero difficile da commentare. 6 di incoraggiamento per entrambe e passa la paura.

Magomed Ankalaev vs Nikita Krylov

Ma voi l’avete mai visto un ucraino che ha come nickname “Al Capone”? Così, per dire. Comunque sia: il buon Nikita, che oltre ad avere un nome fighissimo è anche un ottimo fighter, stava per combinarla al buon Magomed Ankalaev, che subisce nel primo round la partenza convinta dell’avversario patendolo anche al suolo. D’altronde, ricordiamolo, Krylov è un fighter completo che nel corso della sua seconda avventura in UFC ha ingabbiato Johnny Walker e ha quasi finalizzato Glover Texeira prima di uscire sconfitto ai punti. Comunque sia: secondo e terzo round vedono la rincorsa di Ankalaev – che nei match precedenti aveva devastato ogni avversario ed è uscito sconfitto solo contro Paul Craig – che riesce a limitare l’avversario portando colpi migliori e controllando sia a parete che al suolo. 6,5 per lui, 6 per “Al Capone” che si rifarà.

Ciryl Gane vs Jairzinho Rozenstruik

Io qui provo imbarazzo a parlare di match, o a dare qualsivoglia voto. Due artisti del KO che si annullano, un po’ come fu per Francis Ngannou vs Derrick Lewis, finendo per fare 5 round di sparring sostenuto. La maggior completezza tecnica del francese ex compagno d’allenamento di Francis Ngannou gli permette di tenere a distanza il surinamense – ex kickboxer, ricordiamo – che, a parte i suoi soliti ganci e overhand, non fa vedere nulla di diverso manco per sbaglio. Risultato? Sbadigli, zero azioni spettacolari e tris di giudici che assegnano 10-9 per tutti i round al buon Gane, con Dana White che si lamenta – a ragion veduta – della sua pessima prestazione. Voti 5,5 per il francese, 4 per Jairzinho che, davvero, dimostra di aver confidenza giusto con due colpi “sicuri” da due match a questa parte. Non avrebbe tirato un calcio nemmeno ci fosse stato un pallone in gabbia, per dire.

 

Published
1 anno ago
Categories
RubricheUFC
Comments
No Comments
Written by Massimiliano Rincione
Fondatore di TwisterMMA.it. 29 anni ad agosto, scrivo di MMA dal lontano 2015, ed ho passato 5 anni a curare le sezioni "UFC" e "MMA" di Fox Sports.it. Mi divido tra mixed martial arts e calcio, per cui scrivo collaborando con Tuttomercatoweb. Sono una (pessima) cintura bianca di BJJ, una blu di kickboxing ed un ex amateur pieno contatto di MMA. E sono anche super saccente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: