UFC, Cody Garbrandt cacciato da un aereo: niente mascherina per il figlio

UFC – Cody Garbrandt è stato cacciato da un volo della Southwest Airlines. Il problema? Non voleva far mettere la mascherina al figlio di due anni. Ha anche postato un video sul suo profilo Instagram durante l’alterco:

Fanc*lo alla Southwest Air, mi hanno cacciato perché non volevo mettere la mascherina a mio figlio di due anni. Quel codardo dell’assistente di volo si è nascosto in bagno.

L’ultima apparizione di “No Love” è stata il 6 giugno 2020, quando ha finalizzato Raphael Assunçao con uno spettacolare KO, interrompendo la sua striscia di 3 sconfitte per KO in UFC consecutive contro Dillashaw (2x) e Pedro Munhoz. Avrebbe dovuto scendere a 125 libbre e affrontare Deiveson Figueiredo il 21 novembre, ma prima ha avuto un problema al bicipite e in seguito è risultato positivo al Covid-19, dichiarando anche sintomi. Anche se si ipotizza un suo ritorno contro Josè Aldo o Deiveson Figueiredo, Garbrandt non ha ancora nessun incontro programmato.

Written by Viljar Ujkaj
Studente di Scienze Politiche all'Università di Pisa, avido fan di MMA dal 2010. La mia missione è contribuire il più possibile allo sviluppo e ad un'informazione corretta di questo bellissimo sport in Italia. Pugile a tempo perso, cintura bianca di BJJ, cintura nera in pignoleria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: