UFC, Oliveira: “Chandler? Se mi porta a terra mi fa un favore. Io al posto di Gaethje…”

UFC – Charles Oliveira. Michael Chandler. Quando impazzava il totonomi per gli sfidanti al titolo dei pesi leggeri lasciato vacante da Khabib Nurmagomedov questo non era l’abbinamento più scontato. Eppure saranno proprio Do Bronx e l’ex campione Bellator a sfidarsi per la cintura a UFC 262.

Chandler arriva sulla scia di uno dei migliori debutti della storia UFC, essendosi sbarazzato in fretta di Dan Hooker, non uno qualsiasi, a UFC 257. Iron ha praticato lotta per 4 anni al college, ma secondo molti contro Oliveira dovrebbe sfruttare le mani pesanti ed evitare di andare a terra con il brasiliano. Sì, portare a terra l’uomo con più vittorie per sottomissione nella storia della UFC non sembra una grande idea.

Eppure, a sentire Oliveira, Chandler sarebbe spacciato anche se il match si svolgesse in piedi, come ha spiegato a Sherdog:

“Se mi portasse giù mi farebbe un favore. Credo che proverà a tenere il match in piedi e ripetere quello che ha fatto con Dan Hooker, ma se lui ha un colpo buono io ho mole combinazioni. Poi non scapperò da lui come ha fatto Hooker. Per ogni suo colpo avrò ottime risposte. Onore a Chandler per il suo debutto, ma se Hooker avesse passato meno tempo a parlare di me durante la settimana avrebbe potuto fare sicuramente meglio.

Chandler parte sempre molto forte e lo sorprenderò con un contrattacco”.

Nella stessa intervista Oliveira ha spiegato come, in preda alla frustrazione o alla delusione, abbia quasi rischiato di perdersi la notizia della chance titolata:

“Si parlava di Chandler vs Gaethje per la cintura. Gran bel match, due killer. Ma volevo combattere io per la cintura quindi quando ho saputo che non sarebbe stato così ho deciso di andare al mio ranch dove il telefono non prende. Ma mio padre doveva andare in città a fare delle compere e ha visto molte chiamate dal mio coach, Diego Lima”.

Ho capito che Diego voleva dirmi qualcosa di importante e sono andato subito in città. A metà strada il telefono ha iniziato a funzionare e ho letto un messaggio dal maestro Jorge Patino che diceva “Complimenti campione, il tuo sogno si è avverato, sei il prossimo contendente”. Ho fermato subito la macchina e mi sono messo a piangere mentre abbracciavo mio padre. Dopo 11 anni di duro lavoro in UFC ho finalmente raggiunto il mio obbiettivo.”

Se Michael Chandler ha portato a casa uno scalpo importante come quello di Hooker, Oliveira ha dominato Tony Ferguson a UFC 256 guadagnandosi l’occasione di una vita. Il suo BJJ è aggressivo e ha mietuto innumerevoli vittime, ma per il resto questo sembra un incontro equilibrato tra due fighter completissimi. Poteva andare solo così: non c’è un singolo match tra i migliori pesi leggeri che non faccia rizzare i peli del collo.

Published
1 anno ago
Categories
UFC
Comments
No Comments
Written by Gabriele Biasotto
24 anni. Conscio dell'immenso beneficio che le arti marziali e gli sport da combattimento hanno avuto per me voglio fare la mia parte per diffondere queste discipline nel modo corretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: