Marvin Vettori: “I media devono smettere di regalare attenzione a Jake Paul”

Cosa pensa Marvin Vettori delle avventure pugilistiche dei fratelli Paul? Dire che non gli interessano sarebbe sbagliato perché Marvin ce l’ha, e non poco.

Con il match tra Jake Paul e Ben Askren ormai in vista, MMAFighting non ha potuto fare a meno di chiedere al protagonista del main event di sabato un pensiero sullo youtuber americano:

“Fa male, è irrispettoso. I più irrispettosi sono questi co*****i dei media che gli danno credito, sono dappertutto. Con i media è un dare e avere, ma il lato migliore dei media dovrebbe essere fare informazione. Questa cosa è andata persa, sia con le notizie generaliste sia con le MMA. Una cosa molto triste da vedere. Inseguono ogni minimo clickbait, i contenuti fanno schifo e fanno sempre più schifo.”

La cosa che dà più fastidio a Marvin è un’altra: il pensiero dei tanti fighter che lavorano duramente per arrivare al top ma si vedono “scavalcati“, in un certo senso, da uno youtuber.

“Vedere che tutti scalpitano per vedere uno youtuber è una cosa molto triste. Ci sono persone che hanno dato tutta la vita per questo, mentre [Paul] ha cazzeggiato con altri ragazzini finché non è diventato famoso. Poi si mette a combattere con altri youtuber, mai fighter veri, scegliendo gli avversari. Così fa ancora più soldi ed è una mancanza di rispetto.”

Quindi, nonostante le critiche rivolte ai media, Marvin incolpa anche lo stesso Paul per i suoi exploit (più monetari che atletici), tanto da invitarlo ad una sessione di allenamento a casa sua, alla Kings MMA di Huntington Beach. Ma non prendetela come una minaccia. L’idea di Marvin è quella di spiegare a Paul cosa significa davvero combattere contro qualcuno che non lo fa come hobby:

“Qualcuno dovrebbe andare a prenderlo e dirgli che lo aspetta una sorpresa. Che lo portino ad Huntington. Appena è dentro, chiudiamo le porte. Non saremmo cattivi. Non sarebbe un pestaggio, niente del genere, ma gli diremmo “Vuoi vedere cosa significa combattere? Bene!”

Lo porteremmo in gabbia e sarei felice di dargli il benvenuto. Potrei mandare qualche peso piuma che lo farebbe a pezzi. Questo è il mondo in cui viviamo oggi. C’è poco da fare. Stai al tuo posto e fatti i fatti tuoi.

Dico sul serio, lo farei anche gratis.”

Non è la prima volta che The Italian Dream si esprime così riguardo ai fratelli Paul. A gennaio aveva espresso idee simili su Twitter.

Basterà Ben Askren a far cambiare idea al giovane Paul o servirebbe l’intervento di uno come Marvin? Di certo il ragazzo non sta facendo granché per farsi amici nel mondo delle MMA, nonostante si alleni con Jorge Masvidal. Va notato che pure Colby Covington, che ha avuto più di qualche screzio con Askren, spera che l’ex Missouri Tiger mandi Paul al tappeto. Il concetto espresso da Chaos è simile al pensiero di Marvin Vettori: per chi conosce il lavoro che c’è dietro a una vita da fighter professionista non è bello vedere questi youtuber che “saltano la fila”.

Qualche tempo fa Mike Tyson si era detto di un altro avviso: a suo dire, gli youtuber stanno “salvando la boxe”.

Cosa ne pensate?

Written by Gabriele Biasotto
24 anni. Conscio dell'immenso beneficio che le arti marziali e gli sport da combattimento hanno avuto per me voglio fare la mia parte per diffondere queste discipline nel modo corretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: