UFC, Dana White sull’incidente tra Stephens e Klose: “Colpa di Sean Shelby”

Il presidente della UFC Dana White ha parlato di ciò che è successo tra Jeremy Stephens e Drakkar Klose durante il face-off prima del match dello scorso Sabato. Quella che è sembrata una semplice spinta per creare hype attorno al match, ne ha invece causato la cancellazione. Drakkar Klose infatti, dopo aver ricevuto quel violento spintone, ha accusato emicrania e nausea. I medici gli hanno poi diagnosticato una distorsione alla cervicale (detta anche colpo di frusta), e addirittura una concussione.

Il caso di Drakkar ha suscitato un dibattito online: è il momento di dire stop alla violenza durante i face-off? Spesso i fighter tendono a spintonarsi per attirare l’attenzione sul loro incontro, ma subito dopo il taglio del peso gli atleti sono fortemente disidratati, e il rischio di infortunare muscoli e tendini è altissimo. Ne abbiamo parlato anche noi sul podcast ufficiale Twister MMA. Lo spintone di Jeremy Stephens è arrivato a sorpresa, su un Klose rilassato e disidratato.

In un intervista per TNS il presidente Dana White ha parlato dell’accaduto e se sia il caso di inserire delle nuove regole:

“C’è già una regola, per questo siamo lì. Sean Shelby ha sbagliato. Io e Sean vediamo le cose diversamente.

Ho visto la scena sui social media e ho chiamato Sean (il vice-presidente della UFC) e ho detto “amico dove avevi la testa in quel momento?”. Lui (Jeremy) stava entrando caldo, e Jeremy Stephens è un selvaggio. Noi non stiamo lì in piedi ad apparire bene e farci le foto, siamo lì per fare in modo che questo non succeda…
È stata una sfortuna e non dovrebbe mai accadere.”

Dana White pensa quindi che la responsabilità ricada sul vice-presidente, che era presente in quel momento. Abbiamo spesso visto Dana White mettersi in mezzo a due fighter durante il face-off quando prevede che qualcosa del genere possa accadere. Nessuna azione sembra però essere stata presa nei confronti di Stephens. Anche se ciò che ha fatto potrebbe essere considerato assalto, nell’ambiente delle MMA è molto comune e probabilmente sarà presto dimenticato.

Author
Published
1 anno ago
Categories
UFC
Comments
No Comments
Written by Giorgio Daino
Amante delle arti marziali, seguo le MMA da quando ero un bambino. Il mio obiettivo è di far conoscere agli italiani uno degli sport più esaltanti e adrenalinici del mondo. Ho una cintura marrone di Karate, qualche anno di Kickboxing alle spalle e dei maldestri tentativi di imparare il Jiu Jitsu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: