UFC, le due risse tra Nate Diaz e Khabib (e i loro team), schiaffi e sediate (VIDEO)

Nate Diaz sta per tornare nell’ottagono a UFC 263, per un match da 5 round contro Leon Edwards nel co-main event, subito prima di Israel Adesanya vs Marvin Vettori 2.
In onore del suo ritorno, vi racconterò delle due volte in cui Nate Diaz litigò con Khabib Nurmagomedov e il suo team.

La rissa al WSOF

Era il 2015, e Nate Diaz era tra il pubblico del World Series of Fighting, una lega di MMA minore in cui quella sera combatteva il suo amico e compagno di team Jake Shields. Poco davanti a Diaz c’era Khabib, insieme a alcuni suoi amici russi. Ad un certo punto Nate Diaz si avvicina a loro ed inizia un diverbio molto acceso, che si sarebbe trasformato di lì a poco in rissa.

Insieme a Nate c’era il fratello maggiore Nick, che possiamo vedere nel video seguente tirare un drink addosso al team del daghestano.

La sicurezza ha prontamente portato fuori i fratelli Diaz. Ma non è finita lì, perché i celebri fighter di Stockton non se ne sarebbero andati fino a quando non avrebbero visto il team di Khabib uscire dall’arena.
Nate ha raccontato la storia ad Ariel Helwani nel 2019:

“Quando ho incontrato lui e il suo team alle World Series, ero lì a guardare Jake, un mio amico, combattere. Loro hanno scattato una foto di gruppo con me dietro, solo per ridere di me, prendermi in giro”

“[Khabib] diceva tipo: ‘Andiamo amico’ e tutti loro ridevano, 12 tizi russi. L’ho schiaffeggiato in faccia per avermi preso in giro e gli ho detto tipo: ‘Che c’è?’ E lui non ha fatto niente”.

Nate e Nick Diaz sono quindi stati scortati fuori, ma la disputa non era affatto finita. Quando poi Khabib e i suoi amici sono usciti dall’arena, ecco scoppiare un’altra rissa, in cui è Nate si è visto anche arrivare una sedia addosso. L’episodio può essere visto con una buona qualità solo su YouTube, a causa dei limiti di età.

“Ero lì fuori furioso, così ho aspettato che uscisse e ho cercato di prenderlo, ma è scappato”

Poi Nate ha concluso:

“Non avrei dovuto farlo. È stato avventato e stupido. Ero arrabbiato, ma mi stava prendendo in giro. Ora cerca di passare per ‘Mr. faccio la cosa giusta’, ‘Io sono Mr. Buono’, il tipo è un pezzo di me**a”.

Il diverbio si è poi riacceso su Twitter nel gennaio 2019:

Nate: “Ti ho schiaffeggiato in testa e tu e il tuo team non avete fatto niente. Convivi col fatto che siete tutti delle femminucce”.
Khabib: “Ti stavi nascondendo dietro la sicurezza e sei scappato codardo, si vede chiaramente nel video. Noi abbiamo pestato il tuo team quella notte”.
Nate: “Sii onesto. Sai cos’è successo, convivici”.
Khabib: “Che ne pensi di questo?”.

La lite a UFC 239

Dopo circa quattro anni, la situazione di ripresenta analoga, ma questa volta a Las Vegas. Era la stessa sera in cui Jorge Masvidal mandò sconfisse Ben Askren con il KO più veloce della storia della UFC. Tra il pubblico, seduti vicini, c’erano Nate Diaz e Khabib Nurmagomedov, insieme al suo fidato manager Ali Abdelaziz. Nate si è avvicinato e i due hanno iniziato subito a litigare. La sicurezza però è riuscita ad intervenire prima che iniziassero a volare pugni, o in questo caso i famigerati ‘Stockton Slap’.

Questa volta la lite è stata sedata in fretta, e Nate ha dovuto lasciare l’arena.

 

 

Author
Published
1 anno ago
Categories
UFC
Comments
No Comments
Written by Giorgio Daino
Amante delle arti marziali, seguo le MMA da quando ero un bambino. Il mio obiettivo è di far conoscere agli italiani uno degli sport più esaltanti e adrenalinici del mondo. Ho una cintura marrone di Karate, qualche anno di Kickboxing alle spalle e dei maldestri tentativi di imparare il Jiu Jitsu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: