UFC, Masvidal annuncia il ritorno e critica Leon Edwards: “Non è un vero fighter”

Jorge Masvidal tornerà nell’ottagono UFC tra ottobre e novembre, e ha bisogno di un avversario. Recentemente abbiamo visto Leon Edwards affrontare Nate Diaz a UFC 263, incontro quasi a senso unico per Edwards, se non fosse per quell’ultimo minuto in cui Nate Diaz ci ha quasi regalato una delle rimonte più incredibili della storia. Tra i due già citati e Colby Covington, uno di loro probabilmente combatterà contro Masvidal.

“Gamebred” è una delle star della UFC. Nel 2019, in soli 6 mesi, passò dal relativo anonimato ad essere nella copertina del gioco UFC 4. La sua ascesa a star mondiale avvenne a UFC Fight Night: Till vs Masvidal, evento tenutosi a Londra e che ruotava attorno a Darren Till. Ma Jorge Masvidal quella notte cambiò la sua vita, mandando prima KO Darren Till e poi facendo una rissa con Leon Edwards nel backstage, finendo con la sua dichiarazione ormai iconica “I gave him 3 pieces and a soda”.

Il occasione del face-off per il primo evento della Gamebred Fighting Championship, promotion di MMA a mani nude creata proprio da Masvidal, è stato chiesto a Jorge chi preferirebbe affrontare tra Colby Covington, Leon Edwards e Nate Diaz:

“Tutti loro, chiunque nella top 5 che sia disponibile tra ottobre e novembre, quella è la prossima testa che voglio, chiunque sia”

Ha poi commentato la prestazione di Leon Edwards contro Nate Diaz a UFC 263:

È stata un bel combattimento, una buona prestazione, ho pensato. Leon fa quello che fa e continua a chiedere più soldi e più cose, ma non è uno che finalizza. Non è un fighter.
Stava vincendo felicemente e non era disposto a mettersi a rischio per finalizzare. Ecco perché non penso che sia nella posizione in cui vorrebbe essere, perché non va a là fuori a combattere ogni secondo di ogni minuto. È un ragazzo molto abile, ma semplicemente non ha quella grinta e quella cattiveria in lui per andare lì e picchiare un contendente come dovrebbe”

 

 

Written by Giorgio Daino
Amante delle arti marziali, seguo le MMA da quando ero un bambino. Il mio obiettivo è di far conoscere agli italiani uno degli sport più esaltanti e adrenalinici del mondo. Ho una cintura marrone di Karate, qualche anno di Kickboxing alle spalle e dei maldestri tentativi di imparare il Jiu Jitsu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: