UFC, VIDEO di Covington in cui Poirier mette KO un dilettante (che non è dilettante)

In certe situazioni non è chiaro se Colby Covington intenda prendere in giro i fan UFC o essere preso sul serio. Buona parte del suo personaggio si basa su questo. Ma dopo i grandi proclami che avevano preceduto la pubblicazione del video in cui Dustin Poirier mette KO un dilettante, le aspettative erano tante. Secondo Covington, Poirier aveva una pessima reputazione all’American Top Team, dove mandava KO i dilettanti che lo aiutavano a preparare gli incontri, soprattutto quello con Khabib Nurmagomedov. Dopo i KO, Dustin si vantava e insultava i malcapitati sparring partner.

Finalmente Colby ha twittato il video. Sui suoi scopi ci sono più dubbi di prima. Chaos spiega che

“Quello in armatura dalla testa ai piedi per proteggersi la faccia e i sentimenti è Poirier. Quello senza caschetto, credenziali nella lotta o neuroni è “Khabib”. Dustin Poirier è un bravo ragazzo o un bad boy? A voi il giudizio”.

Il problema è che il fighter che viene mandato a terra non è un dilettante qualunque, ma Felipe Douglas, veterano di Titan FC con un record di 18 – 5 da professionista.

In secondo luogo, la scena non sembra particolarmente violenta per un training camp di un match titolato e lo stesso Douglas, intervistato da MMAFighting.com, ha preso subito le difese di The Diamond:

“Era una sessione di sparring intensa e sono cose che succedono facendo sparring. Alcuni dicono che non avevo le protezione, ma il fatto è che non erano necessarie, perché Dustin si allena bene, non è cattivo. Mi ha colpito duro, mi ha sorpreso e sono andato giù. Dall’angolo mi hanno fatto uscire dalla gabbia e non sono rientrato.

Qualcuno dice che coi suoi festeggiamenti mi stava prendendo in giro., ma quella è la mentalità di chi sta per combattere per la cintura UFC. Non l’ho considerata una mancanza di rispetto. Io non lo faccio, ma quella è la sua mentalità e c’era una cintura in palio, è tutta la sua vita”.

Diversi atleti hanno difeso Poirier su Twitter. Alcuni con espliciti interessi contro Covington (come Jorge Masvidal), altri no.

“Perché non fai vedere il video di Dustin che ti butta giù con un colpo al corpo? Sempre a odiare quelli che hanno potenza”.

Masvidal che, tra l’altro, secondo Ariel Helwani ha nel mirino un match con Nick Diaz o con lo stesso Colby Covington per ottobre o novembre.

Tra gli ex fighter UFC intervenuti in difesa di Poirier c’è anche Kenny Florian.

“Sì, la gente viene sottomessa, mandata giù, si fa male, si infortuna e va KO in sparring, a volte. Non dovrei essere sorpreso che alcuni siano sopresi, ma siamo nel 2021”.

 

 

Published
1 anno ago
Categories
UFC
Comments
No Comments
Written by Gabriele Biasotto
24 anni. Conscio dell'immenso beneficio che le arti marziali e gli sport da combattimento hanno avuto per me voglio fare la mia parte per diffondere queste discipline nel modo corretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: