Conor McGregor ancora a terra: “Uccido te e tua moglie nel sonno!” (VIDEO)

La trilogia è finita, Conor McGregor ha perso, ma questa volta per un infortunio. I fan dell’irlandese sono i più delusi, ma chiunque aspettasse questo match è rimasto con l’amaro in bocca. Quella che doveva essere una guerra è finita nel peggiore dei modi, e il più arrabbiato era proprio Conor McGregor.

Ancora a terra dolorante, dopo un round in cui ha subito l’offensiva di Poirier sia in piedi che a terra, Conor è esploso di rabbia. Urlava minacce ancora più aggressive di quelle fatte nei giorni precedenti nei confronti di Dustin Poirier e della moglie. Con la mano faceva il gesto della pistola, e le sue parole erano di vero odio:

“Nel sonno lo prenderai! (mostrando il gesto della pistola alla tempia), nel sonno lo prenderai! [un proiettile], sarai morto nel sonno! Tu e tua moglie, non è finita!”

Mentre Conor urlava come un classico cattivo dei film che è appena stato sconfitto, Dustin Poirier veniva dichiarato il vincitore del match. La risposta di Dustin è stata un semplice “Shut your fu*k up!” cioé “Chiudi quella ca**o di bocca”, per poi procedere con la sua intervista post fight con Joe Rogan. Lo stesso Joe per un momento si è girato verso Conor, sentendo cosa stava dicendo:

“Non ci sono barriere con il trash talking, ma l’assassinio non è qualcosa che minacci, non si torna indietro da una cosa come questa. Questo tizio diceva che mi avrebbe ucciso, che sarei uscito da qui dentro in una bara. Non parli così alla gente, io gli auguro di tornare sano a casa dalla sua bellissima famiglia”

Della lezione di rispetto e classe di Dustin ne abbiamo già parlato. Ma quella di Conor in questo caso non è stata solo mancanza di umiltà e stile, ma una vera e propria perdita di controllo.
Poirier ne ha poi discusso nell’intervista dietro le quinte, sconvolto da un McGregor a terra che continuava a mimare una pistola con le mani, minacciando di morte lui e la moglie:

“Stava seduto lì nell’ottagono con la gamba rotta, facendo così [il segno della pistola alla tempia] continuando a dire che mi avrebbe ucciso. Ma cosa fai, amico? È disgustoso”.

 

 

 

 

 

Author
Published
1 anno ago
Categories
UFC
Comments
No Comments
Written by Giorgio Daino
Amante delle arti marziali, seguo le MMA da quando ero un bambino. Il mio obiettivo è di far conoscere agli italiani uno degli sport più esaltanti e adrenalinici del mondo. Ho una cintura marrone di Karate, qualche anno di Kickboxing alle spalle e dei maldestri tentativi di imparare il Jiu Jitsu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: