Bellator 264 e PFL 7: tutti i risultati e gli highlights (VIDEO)

Non solo UFC: come vi avevamo anticipato nella nostra rubrica settimanale, questa settimana non ci ha lasciato a secco di MMA nonostante la breve pausa della UFC, grazie alla PFL e a Bellator.

Partiamo da Bellator: la vittoria di AJ McKee su Patricio Pitbull è potenzialmente una svolta e uno dei momenti più importanti della storia della promotion (ne abbiamo parlato qui). Ma com’è andato l’evento numerato successivo? A Bellator 264 Gegard Mousasi ha difeso per la prima volta la cintura dei pesi medi contro John Salter. Dopo aver difeso un takedown, attorno alla metà del terzo round Mousasi ha trovato la posizione giusta per far piovere colpi e ha chiuso il match in ground and pound.

Dopo è arrivato il face off con Austin Vanderford, che con 5 vittorie di fila in Bellator ha dimostrato, casomai ci fossero dubbi, di essere molto più del compagno di Paige Van Zant.

Nel co main event, Andrey Koreshkov ha battuto Sabah Homasi con un prestazione molto solida, ma il match tra Raufeon Stots e Magomed Magomedov è stato all’altezza della aspettative. Una battaglia di altissimo livello, frenetica e tecnica allo stesso tempo, con i cartellini dei giudici (nettamente a favore di Stots) che non riflettono la competitività dell’incontro.

Ecco i risultati completi di Bellator 264:

Gegard Mousasi def. John Salter via TKO (strikes) – Round 3, 2:07

Andrey Koreshkov def. Sabah Homasi via unanimous decision (30-27, 30-26, 30-26)

Raufeon Stots def. Magomed Magomedov via unanimous decision (29-28, 30-27, 30-27)

Davion Franklin def. Everett Cummings via KO (punches) – Round 1, 0:21

Khadzhimurat Bestaev def. Ty Gwerder via unanimous decision (29-28, 29-28, 29-28)

Pam Sorenson def. Roberta Samad via split decision (28-29, 29-28 29-28)

Jeffrey Glossner def. Sebastian Ruiz via unanimous decision (30-27, 29-28, 29-28)

Jon McNeil def. Orlando Mendoza via TKO (strikes) – Round 3, 3:57

 

Nel frattempo, la PFL si è messa in moto con i playoff: nel primo main event, Ray Cooper III ha dominato Rory MacDonald, conquistando la sua terza finale consecutiva e la possibilità di difendere il titolo dei welter vinto nell’ultima edizione. MacDonald non ha trovato risposte al wrestling dell’hawaiiano, che ha dichiarato:

“Non sono sorpreso, nemmeno un po’. Sapevo tutto, conoscevo il suo gameplan. Ma ho solo rispetto per Rory. Lo guardavo quando ero piccolo, è un grande fighter. Ma ve lo avevo detto. Dovreste ascoltarmi”.

30 – 27 da tutti i giudici a favore di Cooper, che in finale incontrerà Magomed Magomedkerimov, il quale lo aveva battuto in finale nel 2018. Il russo, che ha incassato l’endorsement di Khabib, ha avuto vita facile contro Sadibou Sy, controllato a terra dall’inizio alla fine.

Tra i pesi leggeri, Raush Manfio ha avuto ragione di Clay Collard grazie ad un verdetto molto controverso. Finisce qui il viaggio di Collard, uno degli underdog più apprezzati del mondo delle MMA, almeno per quest’anno. Ad aspettare Manfio in finale ci sarà Loik Radzhabov, che ha sconfitto Alexander Martinez.

Potete recuperare l’evento integrale cliccando qui: ecco i risultati completi.

Main card

  • Ray Cooper III def. Rory MacDonald via unanimous decision (30-27, 30-27, 30-27)
  • Magomed Magomedkerimov def. Sadibou Sy via unanimous decision (30-27, 30-27, 30-27)
  • Raush Manfio def. Clay Collard via unanimous decision (29-28, 29-28, 29-28)
  • Loik Radzhabov def. Alexander Martinez via unanimous decision (30-27, 30-27, 29-28)

Preliminary Card

Published
4 mesi ago
Categories
Altre PromotionBellator
Tags
,
Comments
No Comments
Written by Gabriele Biasotto
24 anni. Conscio dell'immenso beneficio che le arti marziali e gli sport da combattimento hanno avuto per me voglio fare la mia parte per diffondere queste discipline nel modo corretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: