Jake Paul vs Woodley: le previsioni degli esperti, Teddy Atlas: “Woodley andrà KO”

Jake Paul, “The Problem Child”, lo youtuber che è approdato nel mondo del combattimento come un uragano. Amato dai suoi follower, odiato dagli amanti della boxe, detestato per la sua presunzione ma anche ammirato per il suo coraggio. Un ragazzo di 24 anni con milioni di dollari nel conto in banca e altrettanti giovani fan che lo seguono sui social. Con un ottima salute, nessun problema di droghe e uno spiccato senso per gli affari, Jake Paul potrebbe vivere la sua vita tra il lusso e le feste. Invece ha deciso di indossare i guantoni ed entrare nel ring.

Domenica notte combatterà contro Tyron Woodley in un match di boxe. Questa volta non sarà un giocatore di NBA ad affrontarlo, né un fighter con lo striking inesistente come Ben Askren, ma un ex campione di UFC che ha dominato la sua categoria grazie ad un destro formidabile. L’opinione pubblica dà quindi per scontato che questa volta lo youtuber finirà a terra. Ma siamo sicuri che Jake Paul sia solo uno youtuber?

Che ci crediate o no, Jake Paul si allena da anni con dei coach e dei compagni di allenamento di altissimo livello. È più alto, più pesante e con un allungo maggiore rispetto a Woodley. Ha dimostrato di avere il colpo da KO quando ha mandato a dormire Ben Askren, un fighter che poco prima aveva assorbito i migliori colpi di Robbie Lawler senza nemmeno barcollare. Tyron Woodley ha l’esperienza, altrettanta potenza e un mento granitico, ma il risultato del match non è per niente scontato.

Teddy Atlas su Jake Paul vs Woodley

Per chi non lo sapesse, Atlas è uno dei più richiesti e esperienti coach di boxe al mondo, nonché commentatore di ESPN. L’ultima volta che abbiamo parlato di lui fu prima del secondo match tra Francis Ngannou e Stipe Miocic. Atlas infatti aveva allenato Francis per affinare la sua boxe, e vi avevamo avvertito che gli effetti sarebbero stati devastanti.
Qualche giorno fa, nel suo podcast THE FIGHT with Teddy Atlas ha detto la sua sul match tra Paul e Woodley:

“[Woodley] sarà quello più piccolo, più leggero. Paul sarà quindi quello più grosso. È forte, ha quel vantaggio e ha l’opportunità di colpire con un destro decente che possiede. Ha l’opportunità di [tirare un destro] e colpire, e lo farà, a causa dello stile di Woodley e dei suoi sbagli. [Woodley] sta dritto. È prevedibile, tira quel jab lento, lo tira per metà fuori. Ti lascia avvicinare. Paul ha un buon destro. Colpirà con quel destro. Quindi la brutta notizia è: Paul lo manderà KO”

La previsione di Michael Bisping

Anche Michael Bisping ha detto la sua direttamente dal suo canale youtube, per lui questo match è difficilissimo da predire. Come molti occhi esperti, anche Bisping ha notato che Jake Paul sa in effetti boxare, cosa di cui non siamo completamente certi di Tyron Woodley.

“Tyron Woodley è un fighter eccezionale. Ha il colpo da KO, ma non è mai stato un pugile. Togli i calci, togli il wrestling, quando lo lasci con le sue sole mani, quanto è forte? Jake Paul ha il vantaggio dell’allungo, che nella boxe è molto importante. Ha l’altezza, è più giovane, non so se è più veloce. Penso che Tyron sia più esplosivo, probabilmente ha più potenza grezza. Ma la candela, il fuoco ha iniziato a spegnersi. In Jake Paul quel fuoco sta bruciando”.

“Ho la brutta sensazione che Jake Paul potrebbe riuscirci. Ma dato che conosco Tyron, sono un amico di Tyron e gli auguro il meglio, predico la vittoria di Tyron. Ma sarò onesto, non sono molto convinto.”

La previsione di Jorge Masvidal

Per completare un trio di opinioni, ecco quella de Jorge “Gamebred” Masvidal, che ha parlato con Ariel Helwani nel rinnovato show The MMA Hour. Nel match precedente di Jake Paul, Jorge era dalla sua parte, lo aveva addirittura aiutato negli allenamenti. Questa volta però “Gamebred” non crede che Paul riuscirà a cavarsela come fece con Ben Askren, perché il suo avversario questa volta è molto più pericoloso:

“Non per “dissare” Jake, ma Woodley sa tirare pugni. Ben Askren non ha mai potuto. Hai un uomo che sa combattere e tirare pugni quando è il momento. Woodley avrebbe potuto fare soldi con la lotta, cosa che ha fatto. Era un atleta abbastanza buono, ed era abbastanza buono come atleta per fare soldi con le sue mani, mandando la gente fo**utamente a terra.
So che Jake non è mai stato lì dentro con un tipo come quello, che è esplosivo, che è un buon atleta, che ha molta più esperienza di lui. Se Jake vince, (fu**ing) wow! Mi tolgo il cappello. Avevo torto. Non so niente di combattimento no? Ma ci sono buone probabilità che Woodley lo mandi fo**utamente KO”

Voi chi pensate vincerà Domenica notte? Il detestato youtuber o l’ex campione UFC in declino?

 

 

Author
Published
12 mesi ago
Categories
UFC
Comments
No Comments
Written by Giorgio Daino
Amante delle arti marziali, seguo le MMA da quando ero un bambino. Il mio obiettivo è di far conoscere agli italiani uno degli sport più esaltanti e adrenalinici del mondo. Ho una cintura marrone di Karate, qualche anno di Kickboxing alle spalle e dei maldestri tentativi di imparare il Jiu Jitsu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: