UFC, cos’è la Contender Series, l’occasione di una vita per Leonardo Damiani

Sono tante le strade che portano alla UFC, ma nessuna di esse è particolarmente facile. Oggi, però, vogliamo parlarvi solo dell’opportunità di Leonardo Damiani, che stanotte alle 2:00 combatterà con AJ Fletcher con la possibilità di guadagnarsi un contratto da Dana White. Stiamo parlando della Contender Series, una promotion (formalmente indipendente dalla UFC) in cui White fa scontrare fighter provenienti da tutto il mondo. Con una prestazione convincente, si può avere una proposta di contratto dal boss prima ancora di essersi asciugati il sudore. In alternativa, può essere concessa una seconda possibilità, sempre nel contesto della Contender Series.

La Contender Series, a volte abbreviata con l’acronimo DWTNCS, è partita nel 2017. La posizione della UFC nel mercato dei fighter è a dir poco dominante, ma questo non significa che la promotion possa stare a guardare aspettando che i fighter talentuosi cadano dal cielo. La competizione per accaparrarsi i migliori talenti al mondo è comunque feroce. Ecco perché la Contender Series funziona così bene: è immediata, secca, una sorta di piccola Fight Night, uno sprint, al contrario di quella maratona che è il The Ultimate Fighter. L’elemento reality è assente, anche se i fighter vengono presentati grazie a brevi video molto ben montati: in pochi minuti i fighter raccontano la propria storia, i propri obbiettivi e le motivazioni.

Con costi di produzione piuttosto bassi e ascolti ottimi, il prodotto funziona bene, tanto che negli Stati Uniti la Contender Series è approdata su ESPN+. Con lo sport in grande crescita, sempre più tifosi vogliono essere i primi a scoprire futuri campioni o contendenti. Sì, perché ormai sono passate quattro stagioni, oltre alla breve esperienza della Contender Series Brazil. Se diversi fighter non sono ancora riusciti a farsi strada, come è normale che sia vista anche la giovane età di tanti partecipanti, molti hanno avuto successo. Il nome che spicca nella prima stagione è senza dubbio quello di Sean O’Malley, che già allora stregò il presidente con la sua potenza e la sua sicurezza. Tra la seconda e la terza stagione sono arrivati Sodiq Yusuff, Johnny Walker, Jimmy Crute e Ryan Spann. Poi anche Adrian Yanez, Miguel Baeza, Jamahal Hill, Impa Kasanganay e tanti altri.

Una menzione speciale va ad Alex Perez, diventato il primo fighter della Contender Series a combattere per una cintura UFC. Lo scorso novembre, Perez non ebbe fortuna contro Deiveson Figueiredo.

Insomma, le opportunità ci sono, per chi le sa cogliere. A questo punto, vi ricordiamo che la puntata che vedrà protagonista Leonardo Damiani sarà visibile esclusivamente con UFC Fight Pass. L’evento partirà alle 2:00 di questa notte.

Nell’attesa, gustatevi il nostro podcast con Damiani. 3 mesi fa, Leonardo ci ha raccontato come è arrivato fino a qui, ci ha parlato del suo avversario e di cosa intende fare per compiere il passo successivo. Cliccando qui trovate l’intervista per iscritto. Inoltre, potete leggere una presentazione del nostro atleta e del suo percorso cliccando qui.

In bocca al lupo!

 

Published
1 anno ago
Categories
UFC
Comments
No Comments
Written by Gabriele Biasotto
24 anni. Conscio dell'immenso beneficio che le arti marziali e gli sport da combattimento hanno avuto per me voglio fare la mia parte per diffondere queste discipline nel modo corretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: