UFC, arriva Alex Pereira da Glory! Già confermato il primo avversario

Chissà cosa potrebbe fare in UFC“? è una domanda che migliaia di appassionati si fanno riguardo a molti atleti di altre promotion di MMA o sport da combattimento, soprattutto se hanno già debuttato in gabbia. Tra i fighter a cui questa domanda si riferisce più spesso c’è senza dubbio Alex Pereira. Il campione dei pesi medi e massimi leggeri di Glory Kickboxing (33 – 6 kickboxing, 3 – 1 MMA) è diretto alla corte di Dana White. A riportare la notizia prima di tutti è stato De Telegraaf. Due delle vittorie nella kickboxing sono arrivate contro Adesanya, una per KO e una per decisione.

Successivamente, Alfredo Zullino ha riportato la data prevista per il debutto UFC del brasiliano e il nome dell’avversario. Si tratta di Andreas Michailidis (13 – 4 MMA, 1 – 1 UFC). I due si sfideranno il 6 novembre a UFC 268, nella cornice del Madison Square Garden. L’anno scorso il greco è stato sconfitto da Modestas Bukauskas nei massimi leggeri, ma si è rifatto quest’anno nei medi, dove ha battuto KB Bhullar in modo convincente. Non sarà affatto un debutto morbido. Come ha spiegato a BJPenn.com, The Spartan è motivatissimo e vuole mettere il suo paese sulla mappa delle MMA mondiali.

Ma parliamo di Pereira. Se le sue credenziali nella kick sono note (ex campione dei pesi medi, attuale campione dei massimi leggeri), ripercorriamo brevemente la carriera nella MMA. Il brasiliano ha debuttato nel 2015, perdendo il match per sottomissione ma rifacendosi con due vittorie nel 2016. Poi è arrivata la pausa dalle MMA e ritorno col botto nel 2020, quando si è ripresentato mettendo KO Thomas Powell in 4 minuti a LFA 95.

Prima di debuttare in UFC, Pereira difenderà il titolo dei massimi leggeri in Glory il 4 settembre a Glory 78. Sarà sicuramente uno dei debutti più attesi dell’anno, dopo quello di Paddy Pimblett questa settimana. Anche provando a contenere l’entusiasmo, non è difficile a pensare ad un terzo match tra Pereira e The Last Stylebender. In passato il brasiliano aveva parlato così di Adesanya:

“Anche prima che Adesanya combattesse con Borracinha ho detto che sarebbe stato un match difficile. Ho combattuto due volte con Adesanya e so quanto sia pericoloso. Parliamo di un fighter tosto, intelligentissimo, agile, completo nella kick e nelle MMA. Era un matchup molto difficile per Costa.

Non credo che Adesanya sarebbe interessato ad un terzo match con me. L’ho battuto due volte e sono l’unico ad averlo mandato KO. Non sappiamo cosa ci riserverà il futuro, ma un giorno potrebbe succedere.”

Published
12 mesi ago
Categories
UFC
Comments
No Comments
Written by Gabriele Biasotto
24 anni. Conscio dell'immenso beneficio che le arti marziali e gli sport da combattimento hanno avuto per me voglio fare la mia parte per diffondere queste discipline nel modo corretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: