“Warrior”, arriva una serie basata sul film con Daniel Cormier come protagonista

Ma c’è qualcosa che Daniel Cormier non sa fare? L’ex campione dei pesi massimi e massimi leggeri, attualmente podcaster, commentatore tecnico e coach di wrestling reciterà nello spin off televisivo di Warrior. Stiamo parlando del film del 2011 diretto da Gavin O’Connor, uno dei film sulle MMA più apprezzati di sempre, nonché tra quelli che hanno “legittimato” le arti marziali miste sul grande schermo. Nonostante il fallimento al botteghino (23 milioni raccolti contro un budget di 25), Warrior è diventato un cult. Le performance di Joel Edgerton e Tom Hardy vennero molto apprezzate, mentre Nick Nolte venne addirittura nominato agli Oscar. Molto apprezzate furono anche le apparizioni di Anthony Rumble Johnson, Nate Marquardt, Roan Carneiro e soprattutto Kurt Angle.

I servizi di streaming hanno favorito l’acquisizione di questo status di culto, tanto che Lionsgate ha annunciato una serie TV basata sul film.

“Basata” è la parola chiave. La serie non riprenderà la storia dei fratelli Conlon, ma seguirà gli stessi temi raccontando le storie di due uomini e due donne. Come ha spiegato O’Connor:

“La serie avrà lo spirito del film. Parlerà di tematiche sociali che per me sono importanti, come ce n’erano di importanti quando scrivendo il film. I personaggi combatteranno per qualcosa che è più grande di loro stessi.”

Ad interpretare uno dei quattro personaggi principali sarà Daniel Cormier, come ha annunciato su Twitter. Interpreterà Bobby Watkins, un figther di Houston che combatte per garantire una vita migliore alla sua famiglia. Le quattro storie, come ha detto O’Connor, seguiranno temi simili. Per esempio, una delle protagoniste sarà una fighter che viene da una periferia parigina, musulmana e conservatrice.

“DC va a Hollywood, baby! Il supporto che tutti voi mi avete dato ha reso possibili opportunità come questa. Spero che questo sia solo l’inizio. Grazie!”

Al momento non sappiamo su quale servizio di streaming potremo vedere la serie. Qui potete leggere l’intervista completa con Gavin O’Connor, in cui il regista e produttore esecutivo illustra il suo progetto.

 

 

Published
11 mesi ago
Categories
UFC
Comments
No Comments
Written by Gabriele Biasotto
24 anni. Conscio dell'immenso beneficio che le arti marziali e gli sport da combattimento hanno avuto per me voglio fare la mia parte per diffondere queste discipline nel modo corretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: