UFC Smith vs Spann, i voti: Cutelaba esplosivo, Tsarukyan devastante. Smith spacca tutto

UFC — Una serata simpatica, quella che abbiamo vissuto in una card magari non ricca di nomi altisonanti ma comunque piena di gente affamata di notorietà e risultati che non ha permesso a nessuno di dire: “eh però tizio non lo conosco”.

Come sapete, però, gli eccessivi preamboli non ci appartengono. Per cui, eccovi i voti di UFC Fight Night Smith vs Spann.

UFC Smith vs Spann, i voti: Joaquin Buckley vs Antonio Arroyo

Come fare per descrivere una performance quasi perfetta ed una quasi disastrosa, fino al punto in cui quello in cui sta andando male tira fuori il coniglio dal cilindro con un gran KO? Non ne abbiamo assolutamente idea, però questo è successo con un Joaquin Buckley che aveva perso praticamente tre round contro il brasiliano Antonio Arroyo prima di assaltarlo sistematicamente con combinazioni di boxe corte che lo hanno portato a mettere a segno l’ennesimo KO in carriera. Grandissima vittoria per l’ex avversario di Alessio Di Chirico, mentre per Arroyo arriva una sconfitta che ne macchia una prestazione più che sufficiente. Voto 6,5 per Buckley che comunque – tolto il KO – stava facendo male e 6 per il brasiliano.

Nate Maness vs Tony Gravelly

Sintesi breve per i poco attenti: Maness va praticamente KO sulla campanella del primo round, si rialza come se niente fosse e poi spacca di botte l’avversario mandandolo a sua volta KO. Il comeback dell’anno, o forse più bello degli ultimi anni è stato così servito su un piatto d’argento dall’atleta in pantaloncini grigi, che dimostra gran mento e sangue freddo recuperando da una situazione pericolosissima. 9 per lui, 6,5 per l’avversario.

Arman Tsarukyan vs Christos Giagos

Abbiamo un futuro fenomeno tra le mani. Tsarukyan, che vi raccontammo essere uno con le stimmate da campione già mesi fa, ha distrutto un buon Christos Giagos in meno di due minuti chiedendo avversari al suo livello. E noi speriamo che glieli diano. 9,5 per lui, 4,5 per un Giagos che poteva forse coprirsi meglio in un paio di circostanze.

Arianne Lipski vs Mandy Bohm

Una avversaria non all’altezza della Lipski. Possiamo sintetizare così la sfida tra l’atleta brasiliana e la sua avversaria, che non dà mai l’impressione di poter entrare nel match patendo una Lipski che si va sempre più uniformando al livello delle top UFC. 7 per la Lipski, dunque, 4 per la Bohm che dovrà fare qualcosa in più per dire la sua in UFC.

Ion Cutelaba vs Devin Clark

Classico match di Ion Cutelaba, che parte a bombissima e poi si sfianca da solo risultando spento ma, stavolta, abbastanza abile a controllare un avversario comunque interessante come il buon Devin Clark. Ovviamente, ciò non impedisce al moldavo di vincere il suo classico round 10-8, dando come al solito la classica sensazione che, al primo round, potrebbe battere tutti essendo però altrettanto capace di perdere con chiunque nei due round successivi. Voto 7 per Cutelaba, 5 per Clark.

Anthony Smith vs Ryan Spann

Qualcuno ci spieghi chi è stato il genio che ha pensato che Ryan Spann fosse all’altezza di un main event. Un atleta che non ha mai affrontato dei top o comunque degli avversari provanti nella divisione UFC e che fino a qualche match fa faceva gli early preliminary. Comuunque sia: Smith lo surclassa in ogni aspetto del match, mettendoci meno di 4 minuti a finalizzarlo. 10 per Smith che dopo i due match con Texeira e Rakic ha ritrovato la via, mentre 2 per Spann che dovrà ricominciare ad affrontare avversari alla sua altezza per il momento.

Written by Massimiliano Rincione
Fondatore di TwisterMMA.it. 29 anni ad agosto, scrivo di MMA dal lontano 2015, ed ho passato 5 anni a curare le sezioni "UFC" e "MMA" di Fox Sports.it. Mi divido tra mixed martial arts e calcio, per cui scrivo collaborando con Tuttomercatoweb. Sono una (pessima) cintura bianca di BJJ, una blu di kickboxing ed un ex amateur pieno contatto di MMA. E sono anche super saccente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: