UFC – PFL, botta e risposta sul futuro di Kayla Harrison, possibile regina dei free agents

Dopo aver preso il posto delle WSOF nel 2018, la PFL ha avuto una costante crescita. Nulla in grado di impensierire la UFC, naturalmente, ma la Professional Fighter League continua a generare interesse, grazie anche alla presenza di vere e proprie eccellenze in alcune classi di peso. Parliamo principalmente di Kayla Harrison, ex judoka che vanta un oro iridato e due ori olimpici. Dal suo debutto nelle MMA a giugno 2018, Harrison ha spazzato via qualsiasi avversaria, tanto che alcuni si chiedono se e quando sbarcherà in UFC, magari come valida alternativa ad Amanda Nunes.

Kayla, il cui contratto con la PFL è in scadenza, ha messo in chiaro che la promotion dovrà offrirle “Life – changing money” per evitare che si svincoli. Con le finali della PFL in programma questa sera, la questione del contratto continua a tenere banco. Ci si aspetta che Harrison, rappresentata da Ali Abdelaziz, venga corteggiata dalle maggiori promotion mondiali, ma Dana White ha sorpreso tutti durante un’intervista con TSN:

“La PFL paga Kayla una quantità oscena di soldi per combattere lì. Se fossi in lei, resterei lì e continuerei a fare a pezzi quelle ragazze. Quando arrivi in UFC, con Rose Namajunas non si scherza. Con Amanda Nunes e Valentina Shevchenko non si scherza. Sono le migliori fighter del mondo. Non la biasimo. Resterei lì a combattere con quel tipo di donne, prima di venire qui e combattere contro un’Amanda Nunes”.

Proprio il matchup con la Leonessa è sulla bocca di molti appassionati, visti anche gli impressionanti mezzi fisici di Harrison, che combatte nei pesi leggeri.

La diretta interessata ha risposto nella giornata di ieri:

“Grazie per il consiglio, zio Dana, lo apprezzo. Il mio lavoro è concentrarmi sul 27 ottobre. Farò quello che è meglio per me, senza preoccuparmi di quello che pensa la gente della mia carriera o delle mie scelte. Dana fa così, è il suo lavoro. Io dico che diventerò la più grande di sempre e lui dirà “No, calma”. Parliamo di un gioco, di un business. Solo che io diventerò davvero la GOAT.”

Nonostante Kayla sembri intenzionata a decidere sul suo futuro ascoltando tutte le offerte, ed è difficile che la UFC non ci provi neanche, le speranze di vederla in UFC nel breve periodo si riducono drasticamente. Mai dire mai, comunque.

Donn Davis, numero uno della PFL, non è rimasto a guardare:

“Abbiamo scoperto Kayla e abbiamo aiutato a svilupparla. Diversamente da altre promotion, la nostra priorità sono i fighter. Quindi sono tranquillo che le cose si risolveranno per il meglio, ma ora siamo concentrati sul vedere una delle più grandi stelle delle MMA dare spettacolo domani sera [stasera, ndr]. Fanno così in UFC. Cercano di sminuire i fighter per ottenere una posizione dominante, e cercano di mettere in mostra sé stessi invece degli atleti. Noi non lo facciamo. I fighter, e non i promotori, sono i protagonisti. Loro se lo dimenticano.”

Questa sera Kayla Harrison dovrà avere la meglio su Taylor Guardado, incassando così un milione di dollari e diventando la regina degli svincolati delle MMA. Noi vi ricordiamo che la PFL è visibile gratuitamente su Youtube e che le finali inizieranno questa sera alle 22:30, ma potrete recuperarle quando volete.

 

 

Written by Gabriele Biasotto
24 anni. Conscio dell'immenso beneficio che le arti marziali e gli sport da combattimento hanno avuto per me voglio fare la mia parte per diffondere queste discipline nel modo corretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: