UFC Vegas 43, i voti: 7,5 per Brady, 7 per Chiesa. 8 per Grant e Yanez, 5 per la Tate

UFC – Bella card, in fin dei conti, quella disputatasi la scorsa notte allo UFC Apex. Non c’è modo e tempo di presentare eccessivamente il contesto in cui l’evento si è svolto, per cui eccovi i voti.

UFC Vegas 43, i voti: Adrian Yanez vs Davey Grant

Grandissimo match tra l’inglese e lo statunitense, con Grant che ha lavorato davvero benissimo subendo però forse un po’ troppo la boxe di Yanez. Premesso che il giudice che ha dato 30-27 a Grant dovrebbe davvero vedersi strappare la licenza, il match poteva andare sia da una parte che dall’altra. Per cui, 8 per entrambi e a posto così.

Rani Yahya vs Kyung Ho Kang

Il brasiliano Yahya, cintura nera di BJJ, rischia tantissimo nel primo round finendo knockdown contro l’atleta sudcoreano. Per questo, nel secondo e nel terzo round l’esperto peso gallo decide che è meglio piantare a terra l’esplosivo avversario controllandolo agevolmente tra mezzaguardia, schiena e side control. Un match che sicuramente non ci offrirà comunque un title contender UFC, ma che ci ha comunque intrattenuto. 7 per Yahya, 6 per Kang.

Talia Santos vs Joanne Wood

Non va bene l’esordio da coniugata della il fu Joanne Calderwood, ormai soltanto Joanne Wood avendo sposato il suo coach. Talia Santos, in short notice e la cui unica sconfitta in carriera è arrivata per mano di Mara Borella, la finalizza dopo ben due knockdown in maniera perentoria non lasciando possibilità d’appello. 9 per la brasiliana, che si candida a minaccia vera per i pesi mosca UFC, 4 per la Wood.

Sean Brady vs Michael Chiesa

People’s main event doveva essere, e people’s main event è stato. UFC ci regala un confronto meraviglioso tra Sean Brady e Michael Chiesa, con i due che si confrontano tanto in piedi quanto al suolo, con in questo caso una superiorità imponente di Brady. Chiesa rischia più volte di mandare KO l’avversario, soprattutto nel terzo round quando, ci fossero stati 5 secondi in più, probabilmente Brady sarebbe stato finalizzato. Ma tant’è, voto 7,5 per Brady ma nettamente 7 per Chiesa.

Ketlen Viera vs Miesha Tate

Un match, con tutto il rispetto, dall’esito quasi scritto, perché se è vero come è vero che la Tate è tornata con tanto entusiasmo ed una brillantezza fisica invidiabile, è altrettanto reale e concreto come la freschezza della Viera rappresentasse un ostacolo quasi insormontabile. Poi, in realtà, l’incontro è stato più combattuto del previsto, e la maschera di sangue dell’ex title contender e campionessa pesi gallo UFC è stata causata più da un taglio che altro. Voti 6,5 per la Viera, 5 per la Tate che comunque si toglierà altre soddisfazioni in UFC di qui al ritiro.

Written by Massimiliano Rincione
Fondatore di TwisterMMA.it. 29 anni ad agosto, scrivo di MMA dal lontano 2015, ed ho passato 5 anni a curare le sezioni "UFC" e "MMA" di Fox Sports.it. Mi divido tra mixed martial arts e calcio, per cui scrivo collaborando con Tuttomercatoweb. Sono una (pessima) cintura bianca di BJJ, una blu di kickboxing ed un ex amateur pieno contatto di MMA. E sono anche super saccente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: