UFC, la depressione nelle MMA: gli incubi di Cheyanne Vlismas

UFC – La lottatrice sudafricana ha portato a casa belle soddisfazioni l’anno scorso. Ha vinto per due volte i bonus fight of the night e realizzato la sua miglior performance in UFC. Eppure lo spettro della depressione si aggira inesorabilmente dovunque vada.

Nell’ultimo match di dicembre Cheyanne Vlismas ha guadagnato una vittoria per decisione unanime ai danni di Mallory Martin e vinto il premio Fight of the Night. La prestazione ha stupito molti ed eccitato i fan che si chiedono quando la potranno rivedere in azione. Ma lei non sa né quando né se vuole effettivamente tornare nell’ottagono.

Ecco le sue parole:

“Vorrei combattere di nuovo e anche presto, ma sfortunatamente a causa di ragioni che vanno oltre l’immaginazione, non lo posso fare. Devo sistemare alcune cose nella mia vita e non so quando riuscirò a farlo”.

E continua:

“Non riesco a dare risposte a niente nella mia vita, e questo mi fa piangere continuamente. Spero di tornare in estate”.

In coincidenza con il match con la Mallory, la sudafricana ha dovuto lasciare Las Vegas, dove in sostanza era arrivata da poco, per trasferirsi in una location della quale non ha voluto dare informazioni. Molte cose, a sua detta, le sono successe prima e dopo l’incontro, quindi ha dovuto prendere delle decisioni.

Tra queste quella di mollare il suo team di allenamento Xtreme Couture, e quella di chiudere la relazione sentimentale con JP Buys, suo compagno da una vita con il quale sembrerebbe sia in corso una battaglia legale. Probabilmente quest’ultima questione l’ha portata nel caos e obbligata allo scontro con la realtà.

Al principio delle problematiche c’è stata anche la sconfitta al suo esordio in UFC, dove, come lei stessa dichiara, era infortunata e dunque incapace di fare una prestazione dignitosa. La sua reazione alla fine del terzo round ha creato un po’ di imbarazzo con insulti che volavano verso la sua avversaria rea di averla portata a terra diverse volte e sempre allo stesso modo.

In realtà il 2021 è stato un anno importante per lei:

“Paradossalmente è stato una benedizione, sono cresciuta molto sia come fighter che come donna: montagne russe di emozioni”.

Cheyanne Vlismas nelle sue affermazioni sembra confusa. Non è stata felice per la finalizzazione che le ha consegnato la vittoria nel match contro Gloria de Paula, e crede di non aver meritato il bonus guadagnato contro la Mallory. In realtà in quell’occasione non aveva nemmeno intenzione di combattere, sebbene alla fine lo abbia fatto.

La ragazza ha bisogno di chiarezza e di trovare l’equilibrio tra la sua vita personale e professionale. Che sia una condizione patologica o un fisiologico percorso di maturazione, non è dato saperlo. E probabilmente perfino lei non ne è a conoscenza: soltanto il tempo potrà aiutarla a capire.

E perché no? Si dice che anche le MMA hanno proprietà terapeutiche…

Written by Angelo Cenni
Caporedattore di TWISTERMMA.IT, seguo le MMA praticamente fin dall'inizio perché mi piace veder il sangue che scorre. Però solo per questioni evolutive. Sì, anche perché amo la volontà di potenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: