UFC, Khamzat Chimaev: “Voglio vincere 2 o 3 cinture in UFC”

UFC – In inglese chiamano “treno dell’hype” (hype train) un fighter che cavalca un’onda di entusiasmo e un gran supporto mediatico e di fan. Ci sono hype train che vengono deragliati male e hype train che invece confermano le aspettative delle persone.

Il treno di Khamzat Chimaev è ancora in piena corsa e il vero test per vedere il suo livello potrebbe avvenire il 9 aprile contro Gilbert Burns. Per adesso lo svedese di origine cecena ha fatto letteralmente piazza pulita dei suoi avversari, con un record perfetto di 10-0 e di 4-0 in UFC, con tutte le vittorie avvenute per finalizzazione. Oltre a ciò, “Borz” Chimaev ha sempre mostrato anche con i fatti che è interessato a combattere in più categorie di peso.

Be’, probabilmente vorrei prendere qualche altra cintura. Diventare il migliore. Non voglio diventare solo un tipo qualsiasi che ha vinto una cintura. Ne voglio due o tre. Vedremo, se posso farlo lo farò. Noi possiamo fare i nostri piani, ma Dio ha l’ultima parola.

ha detto a RT Sports. Quindi, religione a parte, per Chimaev dunque vincere una cintura UFC sarebbe troppo poco, sarebbe “un tipo qualsiasi”. Ne vorrebbe vincere almeno un’altra e magari anche una terza. Per adesso “Borz” ha combattuto nei pesi welter e nei pesi medi. Avrà davvero intenzione di cimentarsi nei massimi-leggeri? D’altronde è stato accostato a Luke Rockhold (ex campione dei pesi medi con esperienza anche nei massimi leggeri) e ha pubblicamente sfidato l’ex campione delle 205 libbre Jan Blachowicz.

Il suo potenziale avversario di sicuro non è un tipo qualsiasi, dato che Burns si presenta con un record di cinque vittorie e una sconfitta (avvenuta con l’attuale campione Usman) da quando è risalito nei pesi welter. Una vittoria contro di lui sarebbe sicuramente importantissima, una vittoria nelle stesse modalità a cui ci ha abituato sarebbe pazzesca. E Chimaev pensa che succederà proprio questo:

Tutti quei numeri non significano niente. A dire il vero, non penso che lui sia una vera sfida. Vedremo. Può succedere di tutto in un incontro, ma sono sicuro come al solito, – Penso che semplicemente lo schiaccerò con abilità e potenza. La penso così. Lui potrà pensarla diversamente, ma io andrò lì e farò quel che ho fatto l’ultima volta.

Considerando che la sua ultima vittoria (contro Li Jingliang) è arrivata per sottomissione tecnica dopo poco più di 3 minuti, siamo sicuramente tutti curiosi di vedere quanto sarà simile la sua prestazione in un eventuale match con Burns. 

 

Author
Published
7 mesi ago
Categories
UFC
Comments
No Comments
Written by Viljar Ujkaj
Studente di Scienze Politiche all'Università di Pisa, avido fan di MMA dal 2010. La mia missione è contribuire il più possibile allo sviluppo e ad un'informazione corretta di questo bellissimo sport in Italia. Pugile a tempo perso, cintura bianca di BJJ, cintura nera in pignoleria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: