UFC, George St-Pierre sul trash talking: “La prendono troppo sul personale”

Di recente abbiamo visto un forte trash talking nei confronti delle famiglie dei fighters UFC, trash talking che è la ragione dell’aggressione di Jorge Masvidal ai danni di Colby Convington in strada. Non si tratta del primo fighter, anche Dustin Poirier non era affatto contento delle parole di Conor McGregor per sua moglie.

St-Pierre invece afferma che i fighters prendono tutto il trash talking troppo sul personale, e che dovrebbero sapere che “fa parte del gioco” o che sia comunque “Only business” come diceva qualcuno…

Le cose sono sfuggite di mano” Ha detto St-Pierre ai microfoni di The MMA Hour.

“Penso che questi ragazzi la prendano troppo sul personale. A me non è mai importato niente di quello che il mio sfidante dicesse di me o a me. Per quello che mi riguarda è solo business e non è personale, e più fanno trash talking più in un certo sento faccio soldi.

Quindi dico un grande grazie a tutti i miei vecchi sfidanti perchè mi hanno aiutato a costruire meglio gli incontri con il loro trash ed hanno alzato significativamente l’audience, quindi ottimo per il business.”

Qui potete sentire l’intervista integrale.

St-Pierre senza dubbio ha ragione, d’altronde gli ultimi incontri più seguiti in UFC sono stati delle faide quasi personali, come Khabib vs McGregor, e vedendo i numeri si capisce perchè si fa trash talking sempre più spinto.

“Questa è la ragione per la quale non pubblico mai la mia vita privata, perchè so che se qualcuno volesse insultare me entrerebbe da un orecchio ed uscirebbe dall’altro, ma la mia famiglia e la mia vita privata sono un’altra storia, il mio tesoro, ed è un milione di volte migliore della mia carriera.”

“A molti non piace, qualcuno utilizza addirittura la propria famiglia per fare vetrina, anche questo è ok si può fare ma io, venendo da un background di arti marziali, capisco che questo non è un gioco; alle volte il modo migliore per prendersela con qualcuno è attaccare i suoi familiari, ecco io non do questa opportunità, è solo l’arte della guerra amico mio, l’arte della guerra!”

Voi cosa ne pensate? È giusto tirare in ballo la famiglia in questi casi? Si tratta soltanto di business oppure alcuni limiti non dovrebbero essere superati? Fatecelo sapere nei commenti!

Fonte BJPENN.COM

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: