UFC, gli fissano un match ma poi si ritira in lacrime: la storia di Dhiego Lima

UFC – Aveva appena firmato un contratto per l’incontro contro Miguel Baeza del 16 aprile. Poi le lacrime e la sofferta decisione del ritiro definitivo dalle MMA come sport competitivo.

Eppure non era né vecchio né bollito, e tutto sommato aveva anche avuto una discreta carriera, nonostante le diverse finalizzazioni subite. Era arrivato due volte in finale in The Ultimate Fighter, la serie reality di UFC, e aveva all’attivo 6 match nella suddetta promotion. Insomma perché tutto questo?

Ecco la sua risposta ai microfoni di MMA Fighting:

“Dio è pazzo. Ha parlato con mia moglie e gli ha detto che l’ultimo match ho combattuto era veramente l’ultimo della mia carriera”.

Insomma, il padre eterno avrebbe avuto un ruolo in questo estemporaneo ritiro:

“So bene quando Dio mi parla. È stato difficile perché avevo un incontro già organizzato e tutto il resto. Però conosco la voce di Dio e quindi è tempo di andare avanti e capire cosa ha in mente per me nel futuro”.

Il giorno in cui ha preso la decisione, Dhiego ha sentito il bisogno di piangere, sebbene non capisse cosa gli stesse succedendo. Dopo le lacrime ha provato gioia per aver avuto il coraggio di chiudere con le MMA, e tutto ciò grazie alla forza donatagli dall’onnipotente. Afferma anche che da quel momento “ha iniziato a capire”.

È interessante osservare come nei momenti più duri, come ad esempio per le scelte sul futuro, la mente e dunque la ragione, tende a perdere colpi. E il risultato che ne esce viene interpretato come una direttiva proveniente dall’alto, da un’entità assoluta che muove i fili, un grande burattinaio. Assodato questo tuttavia, gli umani sarebbero soltanto marionette.

In ogni caso Dhiego, da quel sembra, dovrebbe comunque continuare a mandare avanti insieme al fratello, l’ex campione Bellator Douglas Lima, la palestra che hanno ad Atlanta e che attualmente conta circa 500 ragazzi. Insomma in qualche modo nel suo futuro lo sport da combattimento rimarrà centrale, di certo non le competizioni, .

E voi cosa ne pensate? L’altissimo ci dice veramente tutto quello che dobbiamo fare?

Author
Published
8 mesi ago
Categories
Storie di MMAUFC
Comments
No Comments
Written by Angelo Cenni
Caporedattore di TWISTERMMA.IT, seguo le MMA praticamente fin dall'inizio perché mi piace veder il sangue che scorre. Però solo per questioni evolutive. Sì, anche perché amo la volontà di potenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: