UFC, emesso divieto di avvicinamento a Covington per Jorge Masvidal

UFC – Svolta nel processo di Jorge Masvidal. Il giudice ha ufficialmente emesso il divieto di avvicinamento per Jorge Masvidal dal suo ex amico Colby Covington.

Il 37enne di Miami, accusato di aggressione aggravata, è comparso al processo in via telematica giovedì mattina nel Tribunale di Miami per rispondere alle accuse. Accuse, che se confermate, rischiano di mandarlo in prigione per oltre 15 anni.

La situazione giudiziaria del fighter di origini cubane sembra particolarmente grave a causa dell’ esistenza di molti testimoni, dei danni fisici riportati da Covington (si parla addirittura di piccoli danni cerebrali) e soprattutto delle modalità con cui pare essere avvenuta l’aggressione (volto coperto e uso di arma).

A complicare la posizione di Masvidal c’è poi un’ulteriore denuncia di danneggiamento sporta dallo stesso Colby Covington, che ha lamentato un danno di oltre 15.000 $ al suo rolex da 90.000$.

Jorge Masvidal, arrestato un paio di giorni dopo l’accaduto e rilasciato dietro il pagamento di una cauzione da 15.000$, si è da subito dichiarato innocente.

Ora, però, è iniziato il processo e il giudice Zachary L. James ha già disposto delle misure cautelari a protezione della presunta vittima del reato, Colby Covington ( “C.C.” nei fascicoli). La misura cautelare disposta è stata infatti il divieto di avvicinamento al fighter statunitense. Il divieto di avvicinamento è subito stato accettato dal team legale di Masvidal che però ha chiesto dei termini non esagerati. Il giudice James ha accolto la contro richiesta e ha spiegato i dettagli a “Gambered”. Per esempio, entrambe i fighter potranno partecipare ad un evento ufc, a patto che vengano mantenuti ad una certa distanza.

I termini del divieto di avvicinamento prevedono però nello specifico che Jorge Masvidal dovrà trovarsi sempre ad una distanza di almeno 7 metri da Colby Covington in ogni posto pubblico e a minimo 150 metri dalla residenza di “Chaos”. In caso di violazione dell’ordine restrittivo le condizioni del rilascio di Masvidal cambieranno.

Nonostante durante il giudizio i dettagli sull’identità della vittima fossero rimasti anonimi, il fighter cubano ha deciso di voler far sapere a tutti l’identità di Colby Covington. Quando infatti il giudice James ha chiesto se ci fossero domande, “Gambered” ha subito ribattuto:

“Tanto per essere chiari, C.C è il signor Colby Covington? ” ha chiesto Masvidal.

“Corretto,” ha risposto il giudice James.

“Ricevuto,” ha aggiunto Masvidal.

Colby Covington, che ha battuto Jorge Masvidal per decisione unanime nel main event di ufc 272, era collegato via zoom per seguire il processo ma non è mai intervenuto per prendere parola. Ora, però, il suo nome è ufficialmente presente nei documenti della Corte.

Published
5 mesi ago
Categories
UFC
Comments
No Comments
Written by Alessandro Cioccolanti
Appassionato di pugilato da sempre, ho scoperto le MMA nel 2015 e da quel momento me ne sono innamorato. Il mio sogno è quello di poter contribuire con i miei articoli alla diffusione e alla crescita in Italia di questo bellissimo sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: