UFC, Luke Rockhold: “Non è la cintura a renderti un campione”

UFC – Non manca ormai molto al rientro nell’ottagono di Luke Rockhold. Il fighter americano tornerà infatti a combattere nella notte del 20 Agosto in occasione di UFC 278, a distanza di ben tre anni dalla sua ultima apparizione in gabbia, quando venne messo ko dal polacco Jan Blachowicz.

Il suo avversario sarà il brasiliano Paulo Costa, reduce anche lui da una sconfitta, quella ottenuta contro il nostro Marvin Vettori lo scorso anno.

Nonostante siano passati 3 anni dalla sua più recente performance, e addirittura ben 5 anni dalla sua ultima vittoria, Luke Rockhold avrà la possibilità di sfidare un avversario di gran prestigio, con un’ottima posizione nel ranking. Un convincente successo su Paulo Costa potrebbe addirittura proiettare Rockhold verso uno scenario titolato, o comunque riavvicinarlo a quella cintura che aveva conquistato nel 2015 contro Chris Weidman.

E proprio della cintura UFC ha parlato Luke Rockhold ai microfoni di Submission Radio, offrendo una prospettiva alquanto interessante al riguardo:

“Non me ne frega niente di quello che pensano le persone, né tantomeno della cintura. Chiunque insegua solamente la cintura è un idiota. A me interessa fare fuori il campione e prendere il suo posto e basta.

Guardate ad esempio le cinture ad interim, sono immondizia. Non è la cintura a renderti un campione. Battere il campione è ciò che ti rende il campione. È questo l’obiettivo. Voglio combattere con Adesanya per questo, perché per ora è lui il migliore”.

Prima di questo possibile futuro incontro però, entrambi i fighter dovranno vincere i loro rispettivi match. Luke Rockhold dovrà quindi sconfiggere Paulo Costa in quella che sembra la classica battaglia “tecnica contro potenza e altrettanto dovrà fare Izzy con Jared Canonnier in occasione di UFC 276 a Luglio.

Tutto questo non considerando poi gli altri contender dei pesi medi. Quest’estate combatteranno infatti Strickland e Pereira, mentre a Settembre Marvin Vettori sfiderà Robert Whittaker nel primo evento UFC organizzato in Francia, a Parigi.

Insomma la divisione dei pesi medi è adesso più attiva che mai. Ora bisognerà solo attendere i prossimi incontri per capire quale sarà il futuro di Luke Rockhold e della sua categoria.

Voi cosa ne pensate delle parole di Rockhold?

Pensate che possa battere Paulo Costa? Fatecelo sapere nei commenti!

Published
3 mesi ago
Categories
UFC
Comments
No Comments
Written by Alessandro Cioccolanti
Appassionato di pugilato da sempre, ho scoperto le MMA nel 2015 e da quel momento me ne sono innamorato. Il mio sogno è quello di poter contribuire con i miei articoli alla diffusione e alla crescita in Italia di questo bellissimo sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: