Jiri Prochàzka è pronto per Teixeira, anche a terra: “È la mia debolezza, ma ci ho lavorato molto”

Jiri Prochàzka, uno dei fighter più esaltanti in UFC, è pronto a combattere per la cintura. UFC 275: Teixeira vs Prochàzka è alle porte, e Jiri dovrà dimostrare di avere le carte in regola per essere il campione. Sappiamo tutti quanto è pericoloso il suo striking, specialmente dopo aver fratturato il volto di Dominick Reyes in tre punti durante il loro match nel maggio 2021. Ma Jiri ha un punto debole: la lotta a terra. Ed è proprio il campo in cui il campione Glover Teixeira eccelle.

Glover infatti è uno dei migliori praticanti di BJJ della divisione, ed è anche molto potente nelle fasi di wrestling. Molti dei suoi incontri sono stati dei massacri a terra, ottimo esempio il suo scontro con Anthony Smith. Jiri Prochàzka ha però avuto un intero anno per prepararsi a questo match, e in una recente intervista per MMA Fighting, ha parlato della sua preparazione:

“Ho dovuto cambiare il mio stile, specialmente a terra, specialmente nel wrestling. Ecco perché ci ho lavorato con Henry [Cejudo] e poi di nuovo in Repubblica Ceca con i miei allenatori.
Tutti sanno la mia arma più forte e la mia più grande debolezza. Per questo ho iniziato a lavorare [sulla lotta a terra]. Per questo ho iniziato a prepararmi alle tecniche pericolose [a terra], e credo molto in me stesso, molto più di quanto abbia mai fatto.”

La strategia di Jiri Prochàzka contro Teixeira

Jiri Prochàzka si è infatti allenato in Arizona con uno dei migliori nel campo del wrestling, il campione Olimpico e doppio campione UFC Henry Cejudo. Ha pure rivelato parte della sua strategia. Jiri non ha intenzione di concentrarsi semplicemente sulla difesa dai takedown, come hanno fatto i passati avversari di Glover. Il suo stile sarà sempre votato all’attacco, e di rispondere duramente alle fasi a terra e non semplicemente cercando di rialzarsi in piedi.

“Con tutto il rispetto, devo essere dominante a terra. Non come gli altri avversari che sono caduti nel gioco di Glover, loro semplicemente difendevano. Il mio piano non è difendere. Il mio piano è sempre attaccare, essere sempre nella posizione dominante. Da dietro, da sopra la guardia, non importa”

Seppur sembra difficile immaginare Jiri sovrastare Glover Teixeira a terra, bisogna considerare la giovane età del ceco (29 anni), e che ha avuto un anno per prepararsi. Il campione d’altro canto porta con sé un gigante bagaglio di esperienza, ma anche l’età di 42 anni. Il loro match sarà il main event di UFC 275, a Singapore. Per la prima volta Jiri combatterà di fronte al pubblico UFC dal vivo, cosa che potrebbe rendere la sua performance ancora più spettacolare.
Per saperne di più su Jiri, ecco un approfondimento sui suoi folli allenamenti, e la sua filosofia da samurai.

Author
Published
6 mesi ago
Categories
UFC
Comments
No Comments
Written by Giorgio Daino
Amante delle arti marziali, seguo le MMA da quando ero un bambino. Il mio obiettivo è di far conoscere agli italiani uno degli sport più esaltanti e adrenalinici del mondo. Ho una cintura marrone di Karate, qualche anno di Kickboxing alle spalle e dei maldestri tentativi di imparare il Jiu Jitsu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: