Nate Diaz pronto a lasciare la UFC: “Non mi sono preparato, non mi importa, battimi”

Nate Diaz combatterà questo sabato, per l’ultima volta, in UFC. Uno dei fighter più amati dai fan, tra battaglie leggendarie e frasi iconiche al microfono, orma non vuole far altro che concludere il suo contratto con la grande promotion americana. Già da un paio d’anni Nathan chiede di essere rilasciato dalla UFC, nonostante gli incessanti tentativi della promotion di fargli accettare un’estensione. La tattica di Dana White e dei suoi matchmaker è stata semplice, non vuoi estendere il tuo contratto? Allora ti proponiamo un incontro con il giovane, imbattuto e terrificante Khamzat Chimaev.

Ma Nate Diaz è determinato ad andarsene, e ha accettato un match del quale chiaramente gli importa poco:

“Mi sono arreso all’idea di prepararmi, non mi importa, battimi”

Ha detto Nate alla conferenza stampa di mercoledì.

“Sono stato bloccato nella gabbia per molto tempo, devo fare quello che devo fare per uscire [espletivo] fuori. Che sia combattere con l’uomo più duro, il più nuovo. In qualsiasi modo volete considerarlo o chiamarlo, io sono pronto al rock and roll”

Nate Diaz ormai considera la UFC una zavorra per la sua carriera. Già da molto tempo è pronto ad andare avanti, e dopo questo sabato non avrà più alcun legame con la promotion di Dana White.

“Penso che la UFC è limitata per me, e voglio raggiungere [espletivo] ambizioni più alte, obbiettivi più alti, fare cose più grosse di questa. Sotto l’ombrello della UFC sei, come ho detto, sei limitato, puoi arrivare fino ad un certo punto… È il momento di superare tutti qui, e l’organizzazione. Anche se significasse restare dentro o andarmene, farò qualcosa di più grosso di quanto abbia mai fatto, non appena questo (l’incontro con Chimaev) è concluso. Più grosso di questo, più grosso del passato pure.”

Per il suo futuro ha infatti già accennato ad una sua personale promotion, la “Real Fight Inc.”, di cui sarà il promoter.

“Non cambia niente rispetto a come è stata la mia intera carriera, sono stato un promoter tutto il tempo. Andate a guardare, i miei incontri si promuovono da soli… Lascerò i miei amici intelligenti e quelli ricchi [gestire gli affari], io sarò seduto di lato, a dire cosa va fatto e cosa no”

Nate Diaz si avvia così quindi verso l’ultimo match della sua carriera in UFC, a UFC 279: Diaz vs Chimaev. Solo il futuro ci dirà se le sue ambizioni si avvereranno, di sicuro non gli manca il supporto dei fan. Da parte nostra gli auguriamo buona fortuna.

Author
Published
3 settimane ago
Categories
UFC
Comments
No Comments
Written by Giorgio Daino
Amante delle arti marziali, seguo le MMA da quando ero un bambino. Il mio obiettivo è di far conoscere agli italiani uno degli sport più esaltanti e adrenalinici del mondo. Ho una cintura marrone di Karate, qualche anno di Kickboxing alle spalle e dei maldestri tentativi di imparare il Jiu Jitsu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: