UFC 263, i voti: 9 ad Adesanya, 6 a Vettori. 10 per Moreno, 7,5 per Edwards!

UFC 263 – Siamo, siete tutti coach. Nel momento in cui la sconfitta di Marvin Vettori è, purtroppo, arrivata contro Israel Adesanya nel main event di UFC 263. Basterebbe aver la decenza di stringersi nel dispiacere del risultato, magari provando ad analizzare nel privato senza entrar troppo nel tecnico di cosa non ha funzionato. Perché Marvin ha fior di coach all’angolo e lui stesso saprà senza dubbio, rivedendo il match a freddo, cosa si è sbagliato e in palestra lavoreranno senza sosta per ricostruire una scalata al titolo.

Ma si sa: l’Italia è popolo di virologi in tempo di Covid, CT della Nazionale in tempo di Europei e coach di MMA dopo il main event di UFC 263. Non parteciperemo a questo gioco, e ci limiteremo a dare una nostra valutazione su ciò che abbiamo visto.

UFC 263, i voti: Paul Craig vs Jamahal Hill

 

Incredibilmente, solo per chi non crede nell’Highlander UFC si intende, Paul Craig non ha rotto il braccio a Jamahal Hill: infatti, come chiarito da Dana White nella conferenza stampa svoltasi dopo UFC 263, l’arto si è semplicemente dislocato. Bastano meno di due minuti al fighter europeo per far ciò che voleva del giovane prospetto, annichilito al suolo. Transizioni da 10 per Craig a terra, che becca giustamente il massimo dei voti. 3 per Hill in fatto di prestazione, 8 per la resistenza stoica alla sottomissione. 1 all’arbitro.

Belal Muhammad vs Demian Maia

 

I tempi d’oro del professor Maia sono finiti. Non ha più l’esplosività adatta – non che ne avesse avuta poi tanta anche in passato – per tirare il suo classico single leg da jujitsero con la gamba avversaria in mezzo alle proprie. In più, non riesce nemmeno ad incollarsi come era solito fare mediante body lock o altro. Risultato? Un mediocre Muhammad blocca tutti i tentativi di takedown rispondendo con qualche colpo d’incontro. 4, dunque, per Maia e 6 meno per Muhammad, che davvero ci ha fatto tirare non pochi sbadigli.

Leon Edwards vs Nate Diaz

 

Nate Diaz le prende per 5 round e mezzo, Nate Diaz si spacca, Nate Diaz va ad un unghia dal finalizzare per KO Leon Edwards: sintetizziamo così il dominio di “Rocky” che stava per regalarci un finale cinematografico al contrario ispirato proprio alla saga del pugile italo-americano. Peccato che Nate Diaz perda tempo ad indicarlo e a giochicchiare legando piuttosto che farsi aggressivo, finendo per far terminare il match. Voto 7,5 per Edwards, 3 per Nate Diaz per 24:30 e 7 per i 30 secondi finali.

Brandon Moreno vs Deiveson Figueiredo

 

Abbiamo un nuovo campione pesi mosca: Brandon Moreno entra nella testa di Figueiredo con molta, molta tranquillità come trasparito sia al primo face-off che nelle varie conferenze. Sucrclassato, il brasiliano, tanto in piedi quanto nelle fasi di grappling. Chissà se si farà un terzo match, ma intanto 10 per “The Baby Assassin” e 2 per l’ex campione.

Israel Adesanya vs Marvin Vettori 2

 

Sapevamo che aspettavate questo momento. Probabilmente molti tifosi italiani non vedevano l’ora di poter dire: “Io lo sapevo, io l’avevo detto”. Facciamola breve, dunque. Marvin Vettori ha sbagliato qualcosa nello svolgimento del match? Probabilmente sì. Primo main event in un evento titolato, pubblico tutto contro. Non è una giustificazione, ma un fatto. Il gameplan era sbagliato? Dubito fortemente. Rafael Cordeiro è un coach navigato, uno che ha portato a casa diverse cinture UFC e non solo coi suoi atleti. Dimenticate, dunque, sempre un particolare fondamentale: c’è sempre un avversario, contro l’altro.

Israel Adesanya, semplicemente, ha svolto meglio i suoi compiti e ha fatto quello che doveva fare. Ha vinto, è stato bravo a sfruttare la situazione di svantaggio e a ribaltarla quando Marvin aveva preso la schiena. Semplicemente, è andata così: Marvin si rifarà, continuerà a migliorare e tornerà prepotentemente in uno scenario titolato con il duro lavoro. Amen, basta. Niente: “Eh ma doveva far così, doveva far altro”. Il match è stato questo, si combatte sempre in due. Onore ad Adesanya, che non è riuscito a scalfire comunque il mento del nostro “Italian Dream” che arriva lucido e senza troppi danni ai punti lì dove fighter di altissimo livello come Paulo Costa o Robert Whittaker avevano fallito. Voto 9 ad Adesanya, 6 a Marvin Vettori che si rifarà.

Written by Massimiliano Rincione
Fondatore di TwisterMMA.it. 29 anni ad agosto, scrivo di MMA dal lontano 2015, ed ho passato 5 anni a curare le sezioni "UFC" e "MMA" di Fox Sports.it. Mi divido tra mixed martial arts e calcio, per cui scrivo collaborando con Tuttomercatoweb. Sono una (pessima) cintura bianca di BJJ, una blu di kickboxing ed un ex amateur pieno contatto di MMA. E sono anche super saccente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: