UFC, Giga Chikadze vuole Yair Rodriguez: “Nessuno ha il coraggio di affrontarmi”

Giga Chikadze vuole combattere a il 17 Luglio a UFC Vegas 31, e vuole Yair Rodriguez.

Chikadze è uno di quei fighter che spesso faticano a trovare un avversario, dato il poco seguito sui social ma le spaventose abilità nelle MMA. In particolare Giga è considerato uno dei più forti con le gambe in UFC. Con una cintura nera terzo Dan di Karate e un record di 38 – 6 nella kickboxing, i suoi calci sono temuti da tutti, e uno in particolare ha preso il nome di Giga Kick, con cui ha mandato al tappeto Cub Swanson nel suo ultimo match:

Adesso Chikadze sta cercando di convincere Yair Rodriguez ad accettare un match per il 17 Luglio, ne ha parlato con John Morgan in un intervista per MMA Junkie:

“Da parte nostra abbiamo già concordato tutto e siamo pronti a rappresentare. 17 luglio – un altro combattimento in stile “Mortal Kombat”. Ma finora, sto aspettando che [Yair] sia d’accordo. Spero che “El Pussy Cat” si presenti, sono convinto che avremo un bel combattimento. È stato fuori per quasi due anni, e in questo primo anno e mezzo ho combattuto tipo sei volte. Dal momento che ha finito di riposare o anche il suo contratto – è stato tagliato da UFC e cose del genere, quindi non so cosa stia pensando. Penso che voglia combattere di nuovo con Max perché è il numero 1 in classifica. Ma dai, amico, devi lottare per la tua posizione. Non è il numero tre per me, come fa ad essere migliore di me? Coraggio amico”.

Chikadze vuole scalare le classifiche UFC, ma nessuno vuole affrontarlo

Chikadze non è frustrato solo con Yair, ma con tutta la top 10 dei pesi piuma e leggeri, perché nessuno sembra voler accettare un incontro con lui, non permettendogli quindi di scalare la classifica:

Ho fatto tutto nell’ultimo anno e mezzo, ho combattuto sei volte e tutti parlano di “non ha mai combattuto un avversario nei rankings” e cose del genere.
Come faccio a combattere con qualcuno in classifica se nessuno tra i primi 10 vuole affrontarmi? Dal giorno in cui ho combattuto, lo stesso giorno subito nelle mie interviste, dicevo: “Dana (White), fissami di nuovo con chiunque”, e so che ci hanno provato. La UFC ha cercato di darmi diversi avversari. Sono volato a Houston. Volevo essere il backup (fighter che combatte in caso qualcuno si infortuna all’ultimo minuto) per qualsiasi peso leggero o piuma. Sono volato a Phoenix – lo stesso, pesi piuma o pesi leggeri. Se avessero avuto bisogno di un avversario, io sarei stato lì, ed ero lì. Nessuno è d’accordo. Ad esempio dimmi, come faccio a combattere con tutti questi top 10 se nessuno è d’accordo?”

John Morgan gli ha allora chiesto cosa ne pensa di un match contro Korean Zombie, che ha recentemente vinto contro Dan Ige:

“L’ho detto subito, ho chiamato anche Ali (Abdelaziz) e ho detto: ‘Forse “Korean Zombie” può combattere con me.’ Vedo che non è davvero danneggiato. Certo, ha un piccolo taglio, ma credo che in un mese sarà guarito. Il suo peso è a posto. Il 17 luglio sarebbe perfetto se anche “Zombie” è d’accordo. Anche se “Zombie” non è d’accordo qualcuno della top 10. Voglio davvero cogliere l’opportunità di combattere nel mio primo main event. Volevo davvero questo, non solo per me, ma soprattutto per il mio paese. Voglio rappresentare il mio paese in un main event”.

Purtroppo per lui, quel main event è già stato assegnato a Islam Makhachev e Thiago Moisés, ma averlo nel co-main event non sarebbe affatto male.

 

 

 

 

 

Written by Giorgio Daino
Amante delle arti marziali, seguo le MMA da quando ero un bambino. Il mio obiettivo è di far conoscere agli italiani uno degli sport più esaltanti e adrenalinici del mondo. Ho una cintura marrone di Karate, qualche anno di Kickboxing alle spalle e dei maldestri tentativi di imparare il Jiu Jitsu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: