UFC Vegas 30, i voti: 6.5 Gane, 4 Volkov. 2 OSP, 7 Boser (che non si tiene alla gabbia)

UFC – Card decisamente meno movimentata di quella della scorsa settimana, ma comunque ricca di spunti quella di UFC Vegas 30. Come al solito, non è assolutamente nostra intenzione tediarvi oltremodo: per cui, eccovi i voti.

UFC Vegas 30, i voti – Renato Moicano vs Jai Herbert

Poco da dire, se non che Renato Moicano ha surclassato l’ex campione Cage Warriors sia in piedi che, soprattutto, al suolo mostrandosi grappler predatore come nelle prime fasi della sua carriera. Jai Herbert non pervenuto e che merita dunque un 4, dimostrandosi forse ancora acerbo per il livello UFC. 8, invece, per il brasiliano.

Tim Means vs Nicolas Dalby

Nuova giovinezza per Tim Means, che spicca il volo per l’ennesima rinascita della sua carriera: a farne le spese un Nicolas Dalby che ci prova e tiene bene il centro dell’ottagono, ma non è mai preciso nel portare i colpi rispetto a “The Bird”. Al termine dei tre round sarà proprio quest’ultimo a portare a casa la decisione unanime vincendo due round su tre, e guadagnando un bel 7 con Dalby che, invece, prende un 6 che comunque conferma la bontà della sua seconda avventura in UFC.

Andre Fili vs Daniel Pineda

Una bruttissima ditata negli occhi mette fine ad un match molto divertente, e che ci stava regalando un “Touchy” estremamente duro – sportivamente parlando – e capace di spaziare benissimo tanto nel grappling quanto nello striking. Il voto finale, per quel che abbiamo visto prima della ditata, era un 8,5 per un Andre Fili sempre in crescita ed un 5 per un Daniel Pineda che vende sempre cara la pelle.

Timur Valiev vs Raoni Barcelos

Boh io non so che incontro abbiano visto i giudici. Che vi devo dire: vince Valiev in maniera quasi immeritata, in un incontro che ha visto Raoni Barcelos avere per larga parte il controllo. 6 e 6 per entrambi e passa la paura.

Tanner Boser vs Ovince St. Preux

OSP è un veterano UFC, ma vederlo combattere un match così umiliante fa davvero male. Premessa: Tanner Boser, come si è potuto evincere da alcuni fotogrammi, non si è aggrappato alla gabbia per salire attraverso la parete e tornare in piedi durante il match. Il KO, poi, ha in parte riscattato un match abbastanza tiepido. 7 per Boser, 2 per un OSP che così è soltanto la pallida ombra del fighter che era.

Cyril Gane vs Alexander Volkov

Sì, bella esibizione di striking quella di Cyril Gane ma davvero troppo freddo e calcolatore. Non c’è stato un momento in cui abbia deciso di spingere, di provare a chiudere l’avversario, niente. Solo volontà di surclassarlo, spaccarsi il meno possibile e vincere ai punti. Di nuovo. Seppur in maniera più convincente rispetto al match con Jairzinho. Bellissimi middle, ottimo lavoro col jab, probabile title shot nel match tutto MMA Factory Paris contro Francis Ngannou per il titolo dei pesi massimi UFC. Ma a me, questo esser troppo ragionieri – parafrasando la frase di un ex collega -e poco fighter piace poco, che vi devo dire. 6,5 Gane, ma avrei dato meno, 4 per un Volkov che ha giocato per lo 0-0.

Written by Massimiliano Rincione
Fondatore di TwisterMMA.it. 29 anni ad agosto, scrivo di MMA dal lontano 2015, ed ho passato 5 anni a curare le sezioni "UFC" e "MMA" di Fox Sports.it. Mi divido tra mixed martial arts e calcio, per cui scrivo collaborando con Tuttomercatoweb. Sono una (pessima) cintura bianca di BJJ, una blu di kickboxing ed un ex amateur pieno contatto di MMA. E sono anche super saccente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: