Khabib avvisa UFC e Bellator: “Trattate bene gli atleti, Eagle FC fa sul serio”

Sulla scia del 2021, anche il 2022 si è aperto con la discussione sui compensi degli atleti UFC a farla da padrone. Con i continui screzi tra Jake Paul e Dana White e un Francis Ngannou tutt’altro che timido, il dibattito è più vivo che mai. A questo punto, c’è chi inizia a chiedersi che tipo di problema possa essere questo per la UFC. La concorrenza potrà trarne vantaggio? C’è almeno un promoter che ci sta pensando: Khabib Nurmagomedov.

Tra i tanti progetti post ritiro di The Eagle c’è anche una nuova promotion, la Eagle FC. Khabib ha comprato la promotion circa un anno fa. Purtroppo non mancano conflitti d’interesse e i legami abituali con il dittatore ceceno Ramzan Kadyrov. L’evento numero 44 ha marcato il debutto sul suolo americano. Una produzione interessante, con volti come Felicia Spencer e Chael Sonnen a commentare. Eagle FC 44 si è svolta stanotte a Miami con una card ricca di grandi nomi, anche se parte del matchmaking fa storcere il naso (Kevin Lee vs Diego Sanchez). A fondo pagina trovate i risultati.

Durante la settimana, a The Eagle è stato chiesto del suo approccio aggressivo verso i free agent, come Lee e Sanchez:

“Le grandi organizzazioni come UFC e Bellator devono fare attenzione ai propri fighters, perché Eagle FC c’è. Certo, stiamo cercando di ingaggiare grandi atleti, con grandi nomi. Ma vogliamo lavorare anche con la generazione più giovane. Abbiamo entrambi gli obiettivi. Voglio solo dire loro di fare attenzione. Se non trattano bene gli atleti, Eagle FC c’è.”

Qui le parole di Khabib durante la conferenza stampa con Sonnen, Lee e Sanchez.

Mentre le MMA diventano sempre più popolari, la lotta per accaparrarsi le promesse migliori si fa sempre più serrata. Nonostante la UFC rimanga la terra promessa, le strade per arrivarci sono sempre più numerose, così come le condizioni economiche da incontrare durante il cammino.

Ecco i risultati di Eagle FC 44:

Sergei Kharitonov def. Tyrone Spong via TKO (ground strikes) at 2:55, R2

Rashad Evans def. Gabriel Checco via unanimous decision (30-27, 30-27, 30-27)

Ray Borg def. Cody Gibson via unanimous decision (29-27, 29-28, 29-28)

Ramazan Kuramagomedov def. John Howard via unanimous decision (30-27, 30-27, 30-26)

Raimond Magomedaliev def. Anthony Njokuani via TKO (strikes) at 2:49, R1

Dylan Salvador def. Arman Opsnov via TKO (corner stoppage) at 5:00, R2

Yorgan De Castro def. Shaun Asher via submission (guillotine choke) at 1:04, R1

Demarques Jackson def. Miles Hunsinger via TKO (strikes) at :54 seconds, R1

Shawn Bunch def. Firdavs Khasanov via unanimous decision (29-29, 29-28, 29-28)

Loik Radzhabov def. Zach Zane via submission (standing guillotine choke) at 3:23, R1

Ayadi Majdeddine def. Sitik Muduev via unanimous decision (29-28, 29-28, 29-28)

 

 

Published
10 mesi ago
Categories
Altre PromotionUFC
Comments
No Comments
Written by Gabriele Biasotto
24 anni. Conscio dell'immenso beneficio che le arti marziali e gli sport da combattimento hanno avuto per me voglio fare la mia parte per diffondere queste discipline nel modo corretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: