UFC, Jan Blachowicz: “Il grappling di Adesanya? Questa volta ha fatto i compiti”

Per battere Israel Adesanya basta portarlo a terra? La teoria non sta in piedi da un po’ di tempo. Chi continua a stare in piedi è il campione dei pesi medi UFC, che ha sempre messo in mostra un ottimo wrestling difensivo, con una grande eccezione. Nella sua breve ma intensa avventura a 205 libbre Izzy se l’è giocata alla pari con Jan Blachowicz nello striking, ma quando il polacco ha trovato il momento propizio per il takedown, per il neozelandese sono iniziati i guai.

Molti credevano che Marvin Vettori avrebbe seguito il gameplan di Blachowicz per la sua chance titolata di UFC 263, anche perché Marvin è uno dei pesi medi più grossi del roster. I double leg di Vettori, però, hanno trovato la solidissima opposizione di Adesanya, che nonostante qualche brivido è riuscito a conservare la cintura. Il lavoro sul wrestling post UFC 259 ha aiutato The Last Stylebender? Blachowicz crede di sì e per questo si è complimentato con l’ex rivale in un’intervista con James Lynch.

“Match divertente. Bel lavoro. Credo che Vettori abbia fatto un lavoro migliore portandolo a terra, ma credo che Adesanya abbia fato i compiti a casa e che ora sia molto più pericoloso a terra. Gli ha fatto un paio di spazzate e quando Vettori gli ha preso la schiena ne è uscito molto facilmente. Gran bel lavoro.

Ho fatto vedere al mondo come batterlo? Israel è uno dei migliori al mondo, è un campione del mondo. Come ho detto, ha fatto i compiti e abbiamo visto i risultati nel match, quindi complimenti. Questo era il mio pronostico, Adesanya vincente ai punti

Sono felicissimo per Moreno, sono stato nei suoi panni, ha lavorato molto duramente”.

In seguito, Blachowicz ha dato le sue impressioni sulla sua prossima difesa titolata, a UFC 266 contro Glover Teixeira.

“Finalmente non sono più lo sfavorito, anche se non mi interessa. Sto preparando il match come preparo gli altri. Stessi sparring partner, stessi metodi. Prevedo un KO con un sinistro o con un calcio. Jiri Prochazka? Penso solo a Glover, ma credo che debba fare ancora un match con Rakic dopo che avrò battuto Glover. Sono abituato ad affrontare fighter pazzi. Rakic ha un ottimo striking ed è molto forte fisicamente, ma troverò il modo di distruggerli tutti, anche Ankalaev. Jon Jones? Ovviamente spero che torni. Lo sto ancora aspettando. Sono sempre pronto, deve darmi quello che ha promesso. Ho già detto che lo avrei affrontato anche tra i pesi massimi”.

Il riferimento va agli inizi del 2020, quando Blachowicz mise KO Corey Anderson e si rivolse a Jones, spettatore interessatissimo in prima fila, e gli disse che si sarebbero dovuti affrontare “come Jones aveva promesso”.

Ma la sfida rimase solo verbale. Dopo qualche mese Jones iniziò il passaggio nei pesi massimi (forse) lasciando la cintura vacante. Blachowicz se la aggiudicò a UFC 253 battendo Dominick Reyes.

Qui sotto l’intervista completa.

 

 

 

 

Published
1 anno ago
Categories
UFC
Comments
No Comments
Written by Gabriele Biasotto
24 anni. Conscio dell'immenso beneficio che le arti marziali e gli sport da combattimento hanno avuto per me voglio fare la mia parte per diffondere queste discipline nel modo corretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: