UFC Vegas 29, i voti: Zombie da 8, Brown da 10. 7,5 a Chito, 6 a Grant

UFC – Che evento, che card. “The Korean Zombie” risorge dalle proprie ceneri dopo aver fatto i conti con i propri demoni, chiudendo i conti con Dan Ige ed imponendosi in maniera netta e decisa ai punti.

UFC Vegas 29, i voti: Matt Brown vs Dhiego Lima

10 in pagella. Matt Brown, dopo ben due sconfitte di fila e dopo esser tornato dal ritiro, sfodera una prestazione intelligentissima mandando KO al secondo round Dhiego Lima assorbendo con qualche difficoltà i calf kick avversari (qui tutte le controindicazioni alla tecnica) ma rispondendo a tono con low kick classici ed una boxe più incisiva. Il KO è una roba artistica perché, come spiegherà successivamente nell’intervista a Michael Bisping, “The Immortal” aveva notato come Lima abbassasse il braccio sinistro dopo il diretto destro. 10 a Brown, 4 a Lima che probabilmente saluterà UFC.

Bruno Silva vs Wellington Turman

Primo round che vede il canovaccio iniziale rispettare i pronostici: Turman, infatti, controlla gevolmente Silva, che tuttavia nel secondo round prende le redini dell’incontro e finalizza con un KO di ground and pound l’avversario. Vittoria sorprendente e 7 in pagella per Silva, 4 per un pessimo Turmna.

Seung Woo Choi vs Julian Erosa

Non entra mai nel match, Erosa, finendo per essere annichilito dall’avversario che ci mette poco più di un minuto e mezzo a venir chiuso. 7,5 per il coreano Choi, 5 per Erosa che davvero doveva arrivare più preparato alla sfida.

Marlon Vera vs Davey Grant

Grant nel primo round distruggerebbe tutti – o quasi – i fighter della divisione pesi gallo. Peccato che poi finisca la benzina e faccia i conti con la rabbia di un “Chito” desideroso di vendicare la sconfitta del loro primo match e capace di mettere in piedi una guerra che li vede uscire entrambi zampillanti di sangue. 7,5 per il vincente Vera, 6,5 per un Grant davvero esplosivo nel primo round ma solo in quello.

Sergey Spivak vs Aleksei Oleinik

Uno dei match mano divertenti della card: momenti top sicuramente Oleinik stravaccato spalle a terra coi piedi poggiati sulla gabbia per riprendere fiato tra secondo e terzo round. Prima ripresa in cui il russo di origini ucraine va vicino alla finalizzazione, prima che salga in cattedra Spivak che vince gli altri due e di conseguenza il match chiamando in causa dei top 5 che gli farebbero molto, molto male. 6,5 per Spivak, 4,5 per “Boa Constrictor”.

Chan Sung Jung vs Dan Ige

Grandissima vittoria del veterano UFC “Korean Zombie”, che sconfigge la paura di doversi ritirare in caso di una sconfitta, il timore di non essere più un top e si lascia alle spalle il trauma cranico contro Brian Ortega a seguito di quella clamorosa gomitata annichilendo un Dan Ige troppo inferiore all’avversario in ogni fase del match. Profumo di title eliminator, allora, per lo Zombie? Chissà. Futuro da gatekeeper quasi certo però per Ige, che coltiva anche il mestiere da agente e manager assieme al collega Ali Abdelaziz. 8 per lo Jung, 5 per Ige.

Written by Massimiliano Rincione
Fondatore di TwisterMMA.it. 29 anni ad agosto, scrivo di MMA dal lontano 2015, ed ho passato 5 anni a curare le sezioni "UFC" e "MMA" di Fox Sports.it. Mi divido tra mixed martial arts e calcio, per cui scrivo collaborando con Tuttomercatoweb. Sono una (pessima) cintura bianca di BJJ, una blu di kickboxing ed un ex amateur pieno contatto di MMA. E sono anche super saccente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: