MMA, trovato morto il veterano UFC Travis Fulton: aveva 44 anni

MMA – A 44 anni con un record di 320 match nelle arti marziali miste, il veterano UFC Travis Fulton è stato trovato morto impiccato nella sua cella in Oregon.

Molti di voi potrebbero non ricordarlo e in effetti molto tempo è passato da quegli UFC 20 e 21 a cui partecipò. Conosciuto principalmente per il record di match combattuti, circa 320 con all’attivo più di 250 vittorie, aveva comunque vinto un titolo mondiale nel World Vale Tudo Championship in Brasile e lottato in numerose promotion tra cui WEC, PANCRASE, RINGS e appunto UFC.

La sua presenza è lontana e si ritrova nelle prime edizioni UFC, quelle in cui combattevano gli all’epoca giovanissimi Bas Rutten e Wanderlei Silva. Era un lottatore dignitoso che era riuscito a sconfiggere gente del calibro di Joe Riggs, Heath Herring and Wesley Correira tra i tanti, sebbene non avesse superato altri come Andrei Arlovski o l’attuale peso massimo UFC Sergey Spivak.

Ma perché stava in cella e soprattutto perché si è ucciso?

Come già raccontato in questo articolo Fulton era stato arrestato per violenza domestica e possesso di materiale pedopornografico. Proprio in questi ultimi giorni, aveva patteggiato con i magistrati attraverso una confessione nella quale ammetteva alcuni reati a cui in breve avrebbe dovuto seguire un processo di aggiornamento della pena.

Ma non è così che è andata a finire. Infatti come i giornali locali riportano Travis Fulton nella notte del 10 luglio si è impiccato nella sua cella dormitorio. Non sono stati sufficienti i soccorsi approntati dallo staff medico e la corsa in ambulanza per impedire la sua morte per soffocamento e quant’altro.

Triste venire a conoscenza che un atleta di tal calibro si trovi prima invischiato in reati di così tanta gravità per poi finire suicida nella solitudine di un penitenziario dell’Oregon.

La sua carriera si era interrotta nel 2019, poco prima del suo arresto quando, nonostante la non tenera età, riusciva ancora a vincere match furiosi. Ha perso però quello con la sua esistenza, e senza emettere giudizi sul suo percorso, dà dispiacere essere informati di tale epilogo.

Che la terra ti sia lieve Travis.

Written by Angelo Cenni
Caporedattore di TWISTERMMA.IT, seguo le MMA praticamente fin dall'inizio perché mi piace veder il sangue che scorre. Però solo per questioni evolutive. Sì, anche perché amo la volontà di potenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: