UFC, TJ Dillashaw: “Vengo a riprendermi la cintura che non ho mai perso”

UFC – È tutto pronto per il ritorno sull’ottagono di Tyler Jeffrey Dillashaw. L’ex campione UFC è davvero un esempio perfetto dell’espressione “dalle stelle alle stalle”. Nell’agosto 2018, sconfiggeva Cody Garbrandt difendendo il suo titolo dei pesi gallo UFC e troneggiava sulle classifiche pound-for-pound, mentre nel gennaio 2019 arrivano una mazzata dietro l’altra: prima viene sconfitto in 32 secondi da Henry Cejudo durante il suo assalto al titolo pesi mosca, poi viene comunicata una sua positività all’antidoping. Dillashaw rende vacante immediatamente il titolo in attesa di una conferma: risulterà positivo all’EPO e quindi squalificato dall’USADA per due anni. L’ex campione non ha mai cercato scuse: ha ammesso il suo errore e si è semplicemente dispiaciuto di quanto aveva fatto.

Il suo ritorno doveva essere a maggio, ma un taglio in allenamento lo ha posticipato: l’avversario è sempre lo stesso, Cory Sandhagen, e si affronteranno sabato 24 luglio. Dopo anche una curiosa polemica riguardante presunte spie nel camp di Sandhagen, Dillashaw è davvero ansioso di dimostrare qualcosa:

Se non hai qualcosa da dimostrare nella vita, allora non stai vivendo. Non importa se si tratta di combattere o del lavoro di tutti i giorno, hai bisogno di quella spinta, di quel drive, – Quello che voglio provare è che sono il migliore del mondo. Rivoglio quella cintura, più di ogni altra cosa. Non l’ho mai persa e sto tornando a riprenderla. Papà è tornato a casa.

Dato il suo passato, in caso di vittoria, Dillashaw sarà sicuramente vicino a un’occasione titolata contro il vincitore del rematch tra Sterling e Yan. Il suo pensiero però, per il momento, è concentrato su Sandhagen:

Sarà una rissa. Ti porterò negli abissi infernali e se mi vorrai seguire, ti porterò ancora più giù. Questi tipi nuovi pensano di passarmi davanti, ma io sono il migliore in questa classe di peso e sto tornando per dimostrarlo.

Dillashaw ha dovuto allontanarsi dalle competizioni quando era sicuramente uno degli atleti migliori in UFC. Il californiano però ha 35 anni e ha subito uno stop forzato di ben due anni e mezzo.

Credete che possa tornare in cima a quella vasca di squali che è la categoria a 135 libbre in UFC?

 

 

Written by Viljar Ujkaj
Studente di Scienze Politiche all'Università di Pisa, avido fan di MMA dal 2010. La mia missione è contribuire il più possibile allo sviluppo e ad un'informazione corretta di questo bellissimo sport in Italia. Pugile a tempo perso, cintura bianca di BJJ, cintura nera in pignoleria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: