Khabib, Gaethje, Islam e Tony: guerra su Twitter, chi ha ragione?

Khabib Nurmagomedov ha appeso i guantini al chiodo più di un anno fa, ritirandosi con un record di 29 – 0. Ma non è mai scomparso dal mondo delle MMA, anzi, paradossalmente è più presente che mai. Il suo ruolo è ormai quello di coach e mentore per tanti fighter del Daghestan, ma uno è quello che spicca più di tutti: Islam Makhachev.

Da molti Makhachev è considerato la seconda venuta di Khabib, con uno stile in realtà non identico, ma che dà la stessa impressione di dominatore incontrastabile. Dopo il match con Dan Hooker a UFC 267, Islam ha una striscia vincente di 9 vittorie in UFC, e vuole il match per il titolo.
Ma al momento il primo contendente, dopo Dustin Poirier, è Justin Gaethje, reduce da uno degli incontri più esaltanti di sempre a UFC 268.

Khabib è allora sceso in campo per promuovere Islam, attaccando Justin su Instagram e difendendo la sua pretesa al match titolato:

“Nei tuoi ultimi 8 incontri, sei stato finalizzato 3 volte Justin. Hai avuto l’opportunità di diventare campione, ma ti sei addormentato.
Islam è in una striscia di 9 vittorie, 3 incontri nel 2021 e tutte finalizzazioni.
Tu stai zitto e ammetti che Islam merita l’incontro per il titolo, non tu”.

Il dibattito poi si è subito spostato su Twitter, e il primo a rispondere è stato Tony Ferguson, che ha iniziato subito uno scambio con il manager di Khabib e Islam, Ali Abdelaziz:

Tony: “Ali Abdelaziz gestisce il suo account Twitter. “Testa grassa” gestisce il suo account Instagram. Ali usa gli account dei “Khabiebers” (Seguaci di Khabib) per forzarli a fare ciò che c’è nei suoi piani personali”

Ali: “Stai in silenzio, sei scappato quando ti hanno chiamato per Islam Makhachev, fatti”.

Tony: “Eravamo proprio lì nel bel mezzo delle negoziazioni, codardo. Dana ha scelto me per combattere contro il tuo ragazzo. Tu e “Khabieber” avete scelto l’incontro facile”

Tony Ferguson si è poi rivolto direttamente a Khabib, ricordandogli di quando fece saltare il match tra loro due a causa di un infortunio. Dopo averlo insultato per essere “scappato” dal loro match, gli ha ricordato che ormai non combatte più, e dovrebbe lasciar parlare chi ancora entra nell’ottagono: “Lascia le robe da uomini a chi è in prima linea”.

Khabib è quindi tornato all’attacco, rispondendo duramente a Tony. Ma in sostegno di “El Cucuy” è arrivato Justin Gaethje:

Khabib: “Negli ultimi tre anni, Tony Ferguson, non hai vinto un singolo round in UFC. Alcuni dei round li hai persi 10:8. Dal 2015 hai vinto solo con un fighter della top 15. Tony, l’immagine è chiara, non mi abbasserò andando sul personale, non ti insulterò. Sono solo fatti”.

Justin Gaethje: “Il tuo ragazzo (Islam) ne ha 2 (vittorie contro fighter nei rankings) e tuo vuoi che combatta per la cintura. Le mie 3 sconfitte sono contro un ex campione, un campione ad interim e l’attuale campione. Islam ha sconfitto il #14 e un rimpiazzo all’ultimo minuto #6. Resta umile campione (riferendosi ad Islam). Mettiti in linea.  Non dimenticare che c’è Beneil Dariush seduto proprio di fronte a te”.

Gaethje ha poi concluso dubitando, anche lui, di aver discusso con Khabib:

“Onestamente non credo che sia Khabib a dire queste cose. Ha qualcun altro a gestire questa me**a o qualcosa del genere”.

Alla fine è arrivato anche il commento del diretto interessato, Isalm Makhachev, in una risposta a Eddie Alvarez:

Eddie Alvarez: “Io rispeto Khabib, ma dare a Justin Gaerthe un [match per il titolo] al posto di Islam è giusto. Islam ha combattuto contro 1 avversario nei rankings per rimanere 9 – 0. Justin ha combattuto contro 4 campioni e una leggenda in (Dustin Poirier) per essere 6 – 3. Una sola è la strada più vera e onesta. La verità vince sempre. Preferirei essere 6 – 3.

Islam Makhachev: “Non è colpa mia se non ho combattuto contro avversari nei rankings, tutti declinano il match con me. E comunque, sono #4 adesso. Nomina un singolo fighter della top 10 che vuole combattere contro di me adesso. La UFC ha dovuto strapagare Hooker per prendere quel match. Si sta lentamente trasformando nel pugilato”.

La disputa è quindi molto accesa. La discussione ha coinvolto svariati fighter, milioni di fan e perfino il #1 pound-for-pound Kamaru Usman, che condivide con Islam e Gaethje lo stesso manager, e ha commentato con una battuta:

“Khabib e Justin Gaethje sono entrambi miei fratelli quindi fate come ho fatto io, fatevi ridare le vostre password”.

Chi ha ragione secondo voi? Il pubblico sembra prevalente schierato con Justin Gaethje, specialmente dopo la guerra contro Michael Chandler a cui abbiamo assistito a UFC 268. Nel frattempo, Dustin Poirier proverà a conquistare la cintura di Charles Oliveira a UFC 269.

Written by Giorgio Daino
Amante delle arti marziali, seguo le MMA da quando ero un bambino. Il mio obiettivo è di far conoscere agli italiani uno degli sport più esaltanti e adrenalinici del mondo. Ho una cintura marrone di Karate, qualche anno di Kickboxing alle spalle e dei maldestri tentativi di imparare il Jiu Jitsu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: