UFC, Josh Emmett: “Avevo paura mi fregassero con la split decision”

UFC – Dopo 25 minuti di guerra senza stop nel main event di UFC on ESPN 37, Josh Emmett pensava di avere la vittoria in tasca. È stato pervaso dai brividi quando ha sentito che il giudice Doug Crosby aveva assegnato 3 round al suo avversario Calvin Kattar.

Pensavo mi avrebbero fregato, – Pensavo di aver vinto 4 round a 1. Come minimo 3 a 2, e quando ho sentito che era una split decision ho pensato ‘oh, andiamo!’. Ma alla fine è andata a mio favore.

Calvin Kattar è un osso duro. Come vi avevo detto, ero pronto a 25 minuti di guerra. Lui è tosto da morire. Di solito quando colpisco le persone con quei colpi alla testa o al corpo, non
restano in piedi, lui invece restava lì e continuava ad andare avanti a gomitate e ginocchiate. Ha un bel jab. Ero molto preparato. Ora è il nostro momento, di me, dei miei coach, di tutti.

Il secondo round era molto chiuso, – L’abbiamo dato a lui ma pensavo di aver vinto il terzo, il quarto e il quinto. Lui colpiva solo con quel jab e io invece colpivo con molti più colpi potenti di risposta. Solo rispetto per lui, i suoi coach e i suoi compagni di team.

Emmett ha ormai collezionato un record davvero impressionante nella ultra-competitiva categoria dei pesi piuma: 7 vittorie e una sola sconfitta, 5 vittorie di fila, 3 bonus negli ultimi 4 incontri. Senza ombra di dubbio, ormai è in zona titolo. E lui stesso lo ha voluto esplicitare, nelle interviste post-evento:

Voglio l’occasione al titolo, – Ho detto che il numero 2 e 3 del ranking (Brian Ortega e Yair Rodriguez) sono fighter fenomenali, ma hanno già combattuto Max Holloway e Alex Volkanovski. Ci vogliono nomi nuovi nella divisione.

So di poter competere con loro. Sono il miglior peso piuma del pianeta. Sono pronto. Voglio stare a bordo gabbia a UFC 276 per vedere chi combatterò nel mio prossimo incontro. So che posso competere con loro. So che posso batterli.

E voi? Pensate Emmett potrebbe battere Volkanovski o Holloway?

Written by Viljar Ujkaj
Studente di Scienze Politiche all'Università di Pisa, avido fan di MMA dal 2010. La mia missione è contribuire il più possibile allo sviluppo e ad un'informazione corretta di questo bellissimo sport in Italia. Pugile a tempo perso, cintura bianca di BJJ, cintura nera in pignoleria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: