UFC, le scuse di Darren Till per il match saltato: “Clavicola rotta, mi scuso con Marvin”

UFC – Con un lungo post su Instagram, Darren Till ha spiegato il motivo che lo terrà fuori dal match del 10 aprile contro Marvin Vettori. Sotto al post trovate la traduzione integrale.

“Sono seduto qui da diverse ore a pensare a come esprimere a parole quello che provo, quindi lo dirò direttamente: mi sono rotto la clavicola.

Sono out dal match della prossima settimana contro Marvin.

Chi si allena con me o mi è stato vicino sa che mi alleno tutti i giorni con le ginocchia a pezzi, schiena, spalle, mani ecc.

Ieri mentre mi allenavo sono caduto e ho capito subito che si era rotto qualcosa.

Dire che sono fot********e distrutto sarebbe un eufemismo.

Ho letteralmente messo il cuore, l’anima, la mente, il fisico, i soldi, il cibo, il sonno e il recupero necessario per assicurarmi di presentarmi la prossima settimana e staccargli la testa. Ero sicuro al 100% che lo avrei fatto, e con facilità.

Sicuramente anche lui pensava lo stesso ma amen.

Mi dispiace Marvin, spero che tu riesca a trovare un nuovo avversario e che potremo batterci in futuro, ho grande rispetto per te.

Fun fact, dato che stiamo parlando di infortuni. Io e Steven Gerrard abbiamo (o avevamo, dato che ora si è ritirato) lo stesso dottore che ci riempie di aghi quando abbiamo dolori forti. Questo dottore ride ogni volta che mi vede e dice che gli ricordo Gerrard, non ho più cartilagine ma trovo comunque la forza di volontà per non farmi fermare dagli infortuni. Sono esattamente così, ecco perché sono disgustato quando vedo questi cosiddetti fighters che piangono per piccoli infortuni alle caviglie o alle dita dei piedi, datevi una mossa!

Voglio dire a tutti i miei sostenitori che adoro il vostro supporto, i vostri sfottò e l’amore che mi mostrate: non ignoro nulla di tutto questo.

Team Kaobon, vi viglio bene. Grazie al mio management MKT Global e Daniel Kinahan. Il lavoro di management che fanno questi due non viene raccontato. Grazie come sempre a Dana White e a Hunter [Campbell] a cui non va dato abbastanza credito per l’impegno che ci mettono.

Ultima cosa, conosco chi non mi supporta in questo sport e voglio che manteniate la stessa energia, come dicono i giovani.

Segnatevi le mie parole, darò qualsiasi cosa per diventare il campione del mondo dei pesi medi UFC.

Pace, ci vediamo presto.

Ho anche ottenuto che la UFC cambiasse gli orari di un evento di Las Vegas per la prima volta per accomodare noi europei.

Power moves.”

 

Published
1 anno ago
Categories
UFC
Comments
No Comments
Written by Gabriele Biasotto
24 anni. Conscio dell'immenso beneficio che le arti marziali e gli sport da combattimento hanno avuto per me voglio fare la mia parte per diffondere queste discipline nel modo corretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: