UFC, Nate Diaz a Edwards: “Datti un valore, o lo faranno questi figli di pu**ana”

UFC – L’evento dello scorso sabato, è stato più unico che raro per l’Italia, un nostro connazionale si è giocato il titolo del mondo, senza ahimè, riuscire a conquistarlo. Un altro incontro però ha fatto vibrare un mare di appassionati.
Nate Diaz vs Leon Edwards.

Edwards ha sconfitto Diaz per decisione  unanime nel match, dello scorso fine settimana a UFC 263. È stata una prestazione fantastica di Edwards, che ha dominato tutto il combattimento. All’ultimo minuto del quinto round Diaz però, lo ha scosso con un diretto sinistro facendolo vacillare pesantemente. Edwards è stato in grado di resistere, fino ad arrivare alla decisione dei giudici che lo hanno premiato. Edwards e Diaz, sono stati estremamente rispettosi dopo essersi scontrati per 25 minuti.

 

Il contendente dei pesi welter UFC Leon Edwards ha rivelato il consiglio che Nate Diaz gli ha dato dopo il loro incontro di cinque round:

“Nate dopo l’incontro mi ha detto: Non lasciare che questi figli di puttana ti dicano che non vali un cazzo, datti un valore o gli altri lo faranno al tuo posto. E l’ho capito.”

Ora Edwards, vorrà lottare per il titolo dei pesi welter UFC detenuto da Kamaru UsmanSe si include il suo no contest con Beal Muhammad, Edwards è imbattuto nei suoi ultimi 10 combattimenti. Sembra essere arrivato al punto della chance titolata a 170 libbre, ma il presidente UFC Dana White ha detto che Colby Covington sarà il prossimo per il campione dei pesi welter UFC Kamaru Usman.
Secondo il presidente dell’UFC Dana White però, c’è anche la possibilità che Edwards possa combattere contro il rivale Jorge Masvidal.

Quello che è sicuro, è che la categoria dei 77 kg ci regalerà grosse sorprese.

Published
1 anno ago
Categories
UFC
Comments
No Comments
Written by Gianmarco Frassi
Da praticante di pugilato e muay thai, mi avvicino alle MMA nel 2006, e ne sono subito stregato, tanto da provare anche il BJJ. Uno sport che è affascinante per la sua totalità. Così completo da essere quanto di più vicino a uno scontro in natura. Perché la lotta è insita nell’uomo, tanto da trovare le fondamenta, nelle profondità della storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: